Il calcio vive di momenti e situazioni emozionanti nonostante i più sono convinti che sia soltanto economia, marketing e business. Circa 67 anni fa la leggendaria squadra del "Grande Torino" moriva in un incidente aereo che sconvolse il mondo intero. Era il 4 maggio e la squadra granata era reduce da una trasferta a Lisbona, dove aveva disputato un'amichevole con il Benfica. Durante il volo di rientro, il pilota fu costretto a deviare su un aeroporto diverso da quello previsto a causa delle sfavorevoli condizioni meteorologiche invece di dirigersi a Malpensa dovette puntare su Caselle, che per quanto sia più vicino alla città di Torino ai tempi non era attrezzato per aeromobili di quelle dimensioni. A ogni modo fu un errore umano a causare l'incidente, dato che il pilota calcolò male l'altitudine e fece schiantare l'aereo sulla collina di Superga, da cui il nome con cui si parla da quel momento in poi della tragedia.

La squadra del River Plate del 1949.
in foto: La squadra del River Plate del 1949.

Appena venne a sapere dell'incidente, l'allora presidente della squadra argentina del River Plate, Antonio Vespucio Liberti, pensò che il club de Los Milionarios doveva dare un segnale al mondo dello sport e, per questo motivo, decise di portare i suoi immediatamente in Italia per realizzare una campagna di solidarietà umana e sportiva con lo scopo di raccogliere fondi per i familiari delle vittime. Il 26 maggio la squadra del River Plate al gran completo con Di Stefano, Labruna, Pedernera e Losteau (vennero lasciate le riserve a giocarsi il campionato con la capolista Racing Avellaneda) pareggiò per 2 a 2 contro il Torino ma a nessuno importava il risultato. Lo scopo era molto più nobile.

Questo gesto di solidarietà da parte del club di Buenos Aires non è mai stato dimenticato da quelli che hanno nel cuore i colori del Torino Football Club e per questo la squadra granata ha presentato la seconda maglia del 2016/2017 che è praticamente un omaggio a quella ufficiale del River Plate. La squadra del barrio di Nunez ha, da sempre, la banda traversale rossa su sfondo bianco e così sarà anche quella del Toro, solamente che la striscia della maglia della squadra di Cairo sarà granata. Questa è un'altra dimostrazione di come il calcio può essere davvero un veicolo di emozioni e di esperienze anche a distanza di anni.