Guardarsi in faccia per trovare una soluzione alla crisi. È con questo concetto che Gennaro Gattuso ha spiegato ieri sera, dopo la mortificante sconfitta (per la prestazione, anzitutto) in casa contro la Fiorentina, la decisione della squadra di andare in ritiro. Toccato il fondo, si può risalire oppure continuare a scavare. Il Napoli ancora non lo ha capito ecco perché la notizia del ritorno nel centro sportivo di Castel Volturno ha destato impressione: che i calciatori abbiano preso (finalmente) coscienza del baratro sul quale stanno ballando da tempo? Sì oppure no… a quanto pare non è questione (solo) di moduli ma anche di testa degli interpreti. Tutti.

Il report ufficiale del Napoli

La news dell'ultima ora, però, lascia un po' interdetti: una volta conclusi gli allenamenti odierni in vista del match di Coppa Italia contro la Lazio, c'è stato il "rompete le righe". La squadra s'è data appuntamento a lunedì, quando i calciatori si ritroveranno al Training Center – come si apprende dal comunicato del Napoli – alla vigilia della sfida dei quarti di finale contro una delle formazioni più in palla della stagione.

Dopo la gara contro la Fiorentina, il Napoli ha ripreso questa mattina gli allenamenti al Centro Tecnico. Gli azzurri preparano il match contro la Lazio in programma martedì al San Paolo per il quarto di finale di Coppa Italia (ore 20.45). La squadra ha svolto allenamento in palestra. Terapie e lavoro personalizzato per Maksimovic, Mertens, Ghoulam e Koulibaly. Il gruppo lascerà il Training Center nel pomeriggio per rientrare domani mattina.

Come interpretare un gesto del genere? Il momento è molto delicato: quattro ko su cinque partite con Gattuso in panchina (l'unica vittoria è arrivata al 95° e contro il Sassuolo dopo essere passati in svantaggio) hanno precipitato gli azzurri nella parte più pericolosa del tabellone. Lazio e poi Juventus (in campionato) possono ancora dare una svolta al trend.