E' il primo laureato in ‘Calcio' che fa parte del mondo del pallone. Si tratta di Danilo Russo, portiere dello Juve Stabia che è diventato il primo giocatore con una tesi in ‘Calcio' all'interno della facoltà in Scienze motorie dell'Università San Raffaele di Roma. Una particolarità che è stata evidenziata da un ospite d'eccezione nella cittadina stabiese: il presidente della Lega Serie B, Mauro Balata che ha voluto premiare il portiere.

Danilo è un grandissimo esempio che dimostra come si possa a giocare a calcio e laurearsi, un esempio per molti ragazzini che pensano di voler diventare bravi come lui ma che non devono mai dimenticare l'aspetto della cultura che ci accompagna per tutta la vita e anche nel mondo dello sport

La soddisfazione di Danilo Russo

Il numero 25 delle ‘vespe' nell'occasione accompagnato dalla moglie Beatrice, era ovviamente emozionato ma anche felice per essere stato preso quale esempio virtuoso per i più giovani:  ‘Ho concluso un percorso di vita, formativo così come ce ne saranno molti altri. Mi piace sapere e andare a ricercare"

Vorrei essere un modello per i ragazzi in generale, la scuola è qualcosa che deve accompagnare la curiosità e la voglia di conoscere

I complimenti da parte del club

Ovviamente grande entusiasmo anche da parte del club di appartenenza di Russo, la Juve Stabia che non ha mancato di fare i propri sentiti complimenti al proprio tesserato attraverso la presenza dei due azionisti, Andrea Langella e Franco Manniello presenti al Marina Yacht Club Stabia di Castellammare di Stabia: "Oggi è una grande giornata per la Juve Stabia. Siamo felici di festeggiare un doppio professionista: da un lato un grande calciatore, sportivo, dall'altro un uomo di grande equilibrio e di grande volontà. Sincere congratulazioni per la sua nuova avventura in qualità di dottore in scienze motorie'.