Si può vivere bene anche senza Cristiano Ronaldo, per il Real Madrid sicuramente non è così, considerati i risultati dei ‘blancos’, ma per il presidente della Liga, Javier Tebas (che è stato a un passo dal diventare il numero uno della Lega di Serie A la scorsa estate), il campionato spagnolo non ha perso posizioni, né audience né denaro dall’addio di Ronaldo. E Tebas sostiene che in Serie A c’è chi non è felice del suo arrivo.

Le parole di Tebas, il presidente della Liga

La Liga per quasi un decennio è stato il campionato di Leo Messi e Cristiano Ronaldo, adesso è rimasto solamente un re, quello del Barcellona. Il portoghese la scorsa estate per 100 milioni di euro è passato alla Juventus, con cui ha già segnato 15 gol in 21 partite di campionato. Tebas ha parlato dell’addio di CR7 e sostiene che non ha arrecato nessun tipo di danno alla Liga spagnola:

Mi sarebbe piaciuto se Cristiano fosse rimasto o se Mourinho avesse firmato per una squadra spagnola ma l'addio di Ronaldo non ci ha danneggiati. Siamo in crescita anche senza di lui. Non so se saremmo cresciuti di più se fosse rimasto, comunque non mi risulta che in serie A siano estremamente contenti del suo arrivo. 

Neymar, Mbappé e il PSG

Tebas è convinto che presto, magari già in estate, uno tra Neymar o Mbappé possa arrivare in Spagna, magari al Real Madrid: “Neymar e Mbappé? Magari arriveranno entrambi la prossima stagione, ho la sensazione che succedera' qualcosa di importante in estate”. Il numero uno della Liga ha tirato una stilettata al Paris Saint Germain e ha detto che il campionato spagnolo vuole diventare il migliore d’Europa, la sfida al campionato inglese è lanciata: “Da tre anni stiamo denunciando l'esistenza di un doping economico in Europa. Abbiamo denunciato il Psg alla Uefa e stiamo seguendo la questione".