"Lo fa o non lo fa?". Il messaggio di Cristiano Ronaldo sponsorizzato dalla Nike fa discutere i tifosi del Real Madrid. Nel post pubblicato sul suo profilo Instagram CR7 appare sdoppiato: in posa risoluta, con i pugni ai fianchi, indossa la divisa del Portogallo e sul numero reca scritto ‘RonalDo' (lo fa); accanto a lui c'è il suo clone in versione scolorita… non c'è numero sulla casacca grigia ma solo un grande punto interrogativo sormontato da ‘RonalDon't' (non lo fa), quasi un messaggio subliminale rispetto a quel che accadrà nell'estate del Mondiale di Russia 2018.

Una trovata di marketing molto efficace, scandita anche dalla grande attesa che c'è per la sfida dei lusitani contro la Spagna: per il Pallone d'Oro sarà un po' come andare in campo per giocare un derby… dinanzi a sé avrà quelle Furie Rosse imperniate su calciatori (e compagni di squadra in blancos) del calibro di Sergio Ramos. Chissà che tipo di trattamento gli riserverà il difensore madrileno, di recente finito nel mirino per un contrasto al limite del regolamento che ha messo a rischio la partecipazione di Salah alla Coppa.

Sempre al centro della scena, Ronaldo ha trovato così il modo per far parlare di sé (in attesa di prodezze tecniche e balistiche) proprio com'era accaduto un mese fa quando a Kiev – nel momento di trionfo assoluto per la conquista della terza Champions consecutiva – mormorò davanti alle telecamere "è stato bello vincere con la maglia del Real Madrid". Un modo per preannunciare l'addio alle merengues, una nota stonata che non piacque al presidente, Florentino Perez. "Conta il club", disse il massimo dirigente paventando la possibilità che fosse effettivamente scaduto il tempo di CR7 in Spagna. Dove andrà: continuerà a giocare nella Liga oppure andrà in Francia al Psg? Non resta che attendere…

A post shared by Cristiano Ronaldo (@cristiano) on