Krysztof Piatek vuole lasciare il Milan dopo aver perso il posto da titolare in seguito all'arrivo di Zlatan Ibrahimovic. Ed il club è d'accordo con il giocatore, messo sul mercato insieme a Suso, Paquetà e Calhanoglu. E' il padre dell'attaccante polacco, Wladyslaw Piatek, a fare il punto della situazione in Polonia, attraverso le pagine di Sportowefakty.

Calciomercato Milan: Piatek in uscita

"Dopo l'arrivo di Zlatan Ibrahimovic è stato deciso in anticipo che Krysztof sarebbe stato un sostituto. È difficile dire quale piano abbiano al Milan, a quanto pare ci saranno importanti cambiamenti. Giocatori di spicco come Krysztof, Suso, Paquetà e Calhanoglu sono suil mercato. Il club vuole soldi, molti vogliono mio figlio, ci sono offerte di prestito, ma il Milan non è interessato perché vuole venderlo a titolo definitivo. Penso che tutti stiano aspettando la prossima settimana, quindi il futuro di Krysztof sarà deciso".

Papà Piatek attende speranzoso l'offerta giusta, come lo stesso Krystof. Con una preferenza davanti a tutte le altre: la Premier League. Il Milan, però, lo lascerà andare solo in presenza dell'offerta giusta a titolo definitivo.

"Piatek non è certamente d'accordo con il ruolo di sostituto, vuole giocare per arrivare in forma all'Europeo, quindi deve scendere in campo con continuità. Se non può farlo al Milan, è disposto a cambiare volentieri. Gli piace campionato inglese, mi sembra sia già mentalmente focalizzato sulla partenza. Certo, se nessuno arriva con un'offerta Krysztof non andrà da nessuna parte, ma per gli inglesi 30 milioni non sono tanti".

Dall'arrivo di Ibrahimovic, Piatek ha giocato solo 55 minuti in campionato, contro la Sampdoria, prima di essere sostituito proprio dallo svedese: da quel momento, non è più sceso in campo in Serie A. Ha invece disputato l'intera gara di Coppa Italia contro la SPAL, segnando anche un gol. Troppo poco per i suoi progetti.