Una formula magica per spezzare l'incantesimo e liberare il Napoli dalla malasorte. La squadra di Gattuso esce sconfitta per 1-0 dallo stadio a margine della partita contro la Lazio, un match nel quale non ha demeritato. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto? Forse… ma alla luce di come si erano messe le cose in campo la malasorte ha mostrato di avere gli occhi ben fissi sul Napoli. Quel palo interno centrato da Zielinski, quando il portiere dei capitolini era praticamente fuori causa, ha strozzato l'urlo in gol ai calciatori e ai tifosi.

Il Napoli perde all'Olimpico una partita che per raccontarla occorrerebbe attingere a un libro di stregoneria – si legge nel report ufficiale del club sulla partita.

Il Napoli parla di incantesimo negativo

Questione di centimetri, di un'inezia e quella traiettoria che sembrava perfetta magari avrebbe cambiato il corso dell'incontro. Invece no, ancora una volta i partenopei escono dal campo con una buona dose di rimpianti e la magra consolazione di aver disputato una buona prestazione. A penalizzarli, al di là della sfortuna, di nuovo errori individuali. E quando sul sito ufficiale del club viene raccontata l'azione che ha portato alla rete di Ciro Immobile (non c'è dubbio sulla paternità della conclusione) la parola che prende piede è "incantesimo".

Con la Lazio che barcolla e si tiene stretta il punto, a meno di 10 minuti dal 90esimo, Immobile ruba un pallone fatale a Ospina e lo gira in porta. Più che un gol è una coltellata. Se volete una fotografia della stagione azzurra fate una istantanea a questa gara. Errori, rimpianti e dea senza benda che ci guarda dritta negli occhi come un incantesimo infinito. Resta una prestazione di ottimo livello contro la squadra più in forma del momento. Il resto è amarezza e delusione, con l'unica certezza del carattere e della personalità da cui ripartire…

Il rammarico di Ospina: Dispiace per il mio errore

Davide Ospina fa appello alla sfortuna ma si prende la responsabilità di quanto accaduto. Ci mette la faccia e in zona mista racconta tutto il proprio dispiacere per quell'azione sulla quale il suo intervento non è stato dei migliori.

Dispiace per il mio errore, che è stato decisivo per la sconfitta. E' una situazione difficile, non ci dobbiamo pensare, abbiamo avuto occasioni, l'importante è che restiamo tranquilli per far tornare la situazione positiva. Non si verificava da tempo una situazione del genere. Sappiamo che la situazione è complicata, ma restiamo tranquilli. Il Napoli ha giocato una buona partita. Non abbiamo molta fortuna in questo periodo.