"Cristiano Ronaldo sta bene e giocherà regolarmente". Quando al commissario tecnico del Portogallo, Fernando Santos, rivolgono l'ennesima domanda sulle condizioni di CR7 sbuffa, fa una smorfia e risponde in maniera stizzita smentendo in parte quanto ammesso da Sarri sullo stato di salute del giocatore ("non sta benissimo", ha ripetuto anche domenica scorsa dopo la sfida contro il Milan). Giovedì sera i lusitani sono attesi dalla partita contro la Lituania, un match da vincere a tutti i costi per mettere un piede a Euro 2020 da campioni in carica, e domenica dall'ultimo incontro con il Lussemburgo. In entrambi i casi ci sarà l'ex stella del Real oggi alla Juventus, impossibile pensare che non farà parte dell'undici titolare.

Se non fosse in forma non lo avrei chiamato – ha ammesso il commissario tecnico -. Tutti vogliono sapere di Ronaldo, ma questo accade solo perché è lui ed è il migliore al mondo. Sta bene e giocherà.

Doppio impegno da vincere a tutti i costi. Esaurito l'argomento Ronaldo, Fernando Santos sposta l'attenzione sulla partita e sulle possibili scelte di formazione in previsione del doppio impegno e a prescindere dal cinque volte Pallone d'Oro.

Questa conferenza non riguarda Cristiano Ronaldo, ma il Portogallo e il match con la Lituania. Dobbiamo vincere queste due gare per andare agli Europei.

Le probabili formazioni di Portogallo-Lituania. Quale Portogallo si vedrà in campo? Detto della presenza di Cristiano Ronaldo, sarà affiancato da qualche altra ‘vecchia' conoscenza del calcio italiano. Si tratta del milanista André Silva e dell'ex centrocampista dell'Inter, Joao Mario. Tra i pali la certezza Rui Patricio.

  • Portogallo (4-3-3): Patricio; Ricardo Pereira, Pepe, Dias, Guerreiro; Moutinho, Joao Mario, Danilo Pereira; Ronaldo, André Silva, Bernardo Silva.
    Lituania (4-2-3-1): Cerniauskas; Baravykas, Klimavicius, Girdvainis, Mikoliunas; Golubickas, Simkus; Vorobjovas, Verbickas, Laukzemis; Matulevicius.