Mauro Icardi nell’ultimo giorno del mercato estivo è passato dall’Inter al Paris Saint Germain. L’argentino è passato in prestito con diritto di riscatto al club più ricco di Francia. Ma il suo futuro, quello prossimo, va ancora definito. Nel contratto di Icardi ci sarebbe una clausola che permette al giocatore di decidere se restare o meno, al termine della prossima stagione, al Paris Saint Germain.

Icardi e la clausola nel contratto con il Paris Saint Germain

Quello di Icardi è stato un tormentone estivo, come quelle canzoni che un tempo passavano tutti i giorni più volte al giorno e ti entravano nella testa, anche se non ti piacevano. Il bomber è stato messo ai margini dal club nerazzurro, è sembrato vicinissimo a più riprese alla Juventus e pure al Napoli, è parso un obiettivo di mercato del Monaco, della Roma e del Real Madrid, ma alla fine ha firmato per il Paris. Secondo quanto riportato dal ‘Corriere dello Sport’ il PSG potrebbe decidere di far valere l’opzione che gli consentirebbe di acquistare il giocatore a titolo definitivo per 70 milioni di euro, ma senza l’ok del bomber non se ne fa nulla. Perché nel contratto sarebbe stata inserita una clausola che consente a Icardi la possibilità di decidere se rimanere o meno in Ligue 1. Quindi Icardi è padrone del suo destino. Potrebbe tornare all’Inter o accordarsi con un’altra società, magari la Juventus.

Icardi con il Paris Saint Germain

90 minuti giocati in due partite. Sta pian piano recuperando la condizione il calciatore argentino che dopo una lunga inattività ha giocato mezz’ora contro lo Strasburgo in campionato, in un match vinto per 1-0 (bellissima rovesciata di Neymar), e poi è stato schierato titolare contro il Real Madrid in Champions League. Icardi contro i ‘blancos’ ha disputato un’ottima partita, ma è stato sostituito al sessantesimo.