"Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti. Ci vediamo presto in Italia". Zlatan Ibrahimovic accende il mercato e lo fa alla sua maniera, sorprendendo tutti. Nella sua ultima intervista ai microfoni del mensile GQ, l'esperto bomber ha aperto in maniera tutt'altro che velata al ritorno in Serie A, nella finestra di trattative invernale. Ma quale potrebbe essere la destinazione del centravanti? Al momento la squadra che sembra più avanti, nonostante una differenza tra domanda e offerta, è il Milan.

Ibrahimovic apre al ritorno in Italia nella sua ultima intervista

Il ritorno in Italia di Zlatan Ibrahimovic è tutt'altro che fantamercato. Il bomber ai titoli di coda con l'esperienza ai Los Angeles Galaxy ha rilasciato un'intervista ai microfoni di GQ, in cui dà il suo appuntamento ai tifosi italiani: "Andrò in una squadra che deve vincere di nuovo, che deve rinnovare la propria storia, che è in cerca di una sfida contro tutti. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli necessari per sorprendervi ancora. Come calciatore non si tratta solo di scegliere una squadra, ci sono altri fattori che devono quadrare. Anche negli interessi della mia famiglia. Ci vediamo presto in Italia".

Qual è l'offerta del Milan per Ibrahimovic

Ma a quale club si riferisce Ibrahimovic? Quale potrebbe essere la sua nuova squadra? Al momento chi si è mosso in maniera ufficiale sul mercato per lo svedese è senza dubbio il Milan. Il club rossonero infatti avrebbe messo sul piatto un contratto da 6 mesi a 4 milioni di euro di ingaggio, con tanto di opzione per la stagione successiva. Il tutto con la volontà di riabbracciare un calciatore che con la sua esperienza e carisma potrebbe aiutare Pioli a risolvere i problemi offensivi dei rossoneri. Una proposta che, stando alle ultime notizie di mercato non avrebbe convinto Ibra intenzionato a chiedere di più, anche se i contatti proseguono. Alla finestra resta anche il Bologna che può contare non su offerte vantaggiose ma sugli ottimi rapporti d'amicizia tra il giocatore e Mihajlovic.

Ibrahimovic pronto a fare ancora la differenza

Nei prossimi giorni ne sapremo di più per un Ibrahimovic che nonostante le 38 primavere resta sempre un uomo-copertina sul mercato. Questione anche di mentalità, come spiegato dallo stesso calciatore: "Ci sono calciatori che giocano a calcio e altri che pensano il calcio. Quando uno pensa, inventa un nuovo modo di fare calcio, gli altri seguono e basta. Io amo fare la differenza. Non voglio fare bene solo una o due cose, voglio farle bene tutte".