Di nuovo Gonzalo Higuain. Il Pipita ha deciso Inter-Juventus, il posticipo domenicale della domenica della 7a giornata di Serie A. Un gol pesantissimo quello dell'argentino che ha concesso il bis rispetto all'aprile 2018 quando segnò il 3-2 che consegnò lo scudetto ai bianconeri allenati all'epoca da Allegri. Questa volta la strada per il titolo è ancora lunga, ma Higuain ha permesso alla formazione di Sarri di piazzare il sorpasso ai nerazzurri e prendersi la vetta della classifica in solitaria.

Gonzalo Higuain decisivo in Inter-Juventus, terzo gol da subentrato in Serie A

Non era iniziata benissimo la serata di Gonzalo Higuain. Maurizio Sarri gli ha preferito dal 1′ Paulo Dybala che dopo pochi minuti ha segnato un gran gol portando in vantaggio i suoi. Nella ripresa però sul risultato di 1-1, c'è stato spazio anche per lui in coppia con Cristiano, prima con la Joya alle sue spalle e poi con Bentancur più avanzato. E il Pipita si è fatto trovare pronto: suo il gol vittoria, con un diagonale preciso al termine di un'azione tutta "sarriana" con ben 24 tocchi di palla. Per l'argentino si tratta del terzo gol segnato da subentrato sulle 119 reti messe a referto in Serie A. 

Higuain e le dichiarazioni post Inter-Juventus

Ai microfoni di Sky, Higuain ha commentato così la vittoria della Juventus sull'Inter: "Grandissima partita della Juventus, loro erano la squadra più solida del campionato con 6 vittorie su 6. Ma noi abbiamo giocato una gara con grande carattere, con grande determinazione e per fortuna l'abbiamo portata a casa. L'Inter mi porta bene? Io provo sempre a fare il massimo, è un grande inizio di stagione, dobbiamo continuare così e dopo la sosta lottare per tutti gli obiettivi".

Higuain e la scelta di Sarri di spedirlo inizialmente in panchina in Inter-Juve

Cosa ha pensato Gonzalo Higuain, quando Sarri lo ha lasciato in panchina concedendo spazio dal 1′ a Paulo Dybala? Il Pipita ha saputo aspettare il momento giusto per colpire gli avversari e risultare così decisivo per la Juventus: "La panchina? Sono decisioni che prende il mister, Paulo stava facendo bene e ha fatto anche gol io ero fuori e se mi toccava entrare dovevo aiutare la squadra. Per fortuna sono entrato e ho fatto gol e abbiamo lottato con grande determinazione e siamo primi in classifica.