Gonzalo Higuain può tornare al Napoli? La risposta è sì. Il presidente De Laurentiis dopo anni di frecciate al Pipita, e pure una battaglia legale, ha aperto a un eventuale ritorno dell’attaccante argentino. In un’intervista rilasciata a ‘La Gazzetta dello Sport’ il numero uno partenopeo alla domanda: ‘Riprenderebbe Higuain?’ ha risposto:

Se Ancelotti mi chiedesse di acquistare Higuain? Perché no?.

Il rapporto tra Higuain e il Napoli

L’argentino arrivò al Napoli nel 2013, voluto da Benitez, divenne rapidamente un beniamino dei tifosi e nel 2016 segnò 36 gol in una singola stagione di Serie A, riuscì a battere un record che durava da oltre cinquant’anni. Pochi mesi dopo ci fu il sorprendente addio con il passaggio alla Juventus, con cui ha vinto due scudetti. Parole furenti negli anni si sono detti il presidente e il bomber, che contro il Napoli ha sempre segnato, gol pesantissimi, come quello del 2017-2018 che decise la sfida scudetto del San Paolo, anche lo scorso agosto il Pipita punì la sua ex squadra.

Napoli, gli obiettivi di mercato sono Castrovilli e Tonali

Nel mercato di gennaio il Napoli rimarrà fermo, almeno in entrata, poi la prossima estate potrebbe esserci una rivoluzione con i probabili addii di Mertens e Callejon, che potrebbe andare in Cina. De Laurentiis si sbilancia e fa due nomi quelli di Tonali e Castrovilli, due ragazzi che hanno mostrato il loro grande talento in questa prima parte di stagione. Il centrocampista del Brescia era già stato nel mirino del Napoli nei mesi scorsi, ma Cellino disse no a tutti. Non è un caso che De Laurentiis abbia fatto i nomi di due giovani centrocampisti, a metà campo i partenopei non sono riusciti finora ancora a trovare la quadratura:

Credo che non faremo nulla. Ammiro Tonali e Castrovilli. Il primo è di proprietà di un mio amico e gli auguro di cederlo per 50 milioni. Il secondo, invece, mi piace tanto.

De Laurentiis parla di Sarri

Il presidente partenopeo ha parlato anche di Maurizio Sarri, ex tecnico azzurro che da qualche mese è l’allenatore della Juventus. De Laurentiis ha elogiato Sarri, con cui non si era lasciato benissimo. che è cresciuto grazie alla sua esperienza inglese:

Ma lui è un grande allenatore, ha tanti pregi e qualche difetto. L’esperienza inglese gli avrà fatto bene. Ora è in un club che ha una cultura vincente.