In Inghilterra alcuni lo danni per certo: Pep Guardiola lascerà il Manchester City alla fine di questa stagione. Lontano anni luce dal Liverpool capolista e atteso dalla sfida di Londra contro l'Arsenal e dal sorteggio di Nyon, che gli metterà davanti il nome dell'avversario per l'ottavo di Champions League, il tecnico catalano potrebbe essere dunque vicino ad un clamoroso divorzio nonostante un contratto firmato fino al 2021.

Ad avvalorare l'ipotesi di un addio anticipato, nelle ultime ore è spuntata fuori anche una speciale (e fino ad ora segreta) clausola inserita nel contratto di Guardiola: un accordo che permetterebbe al manager del City di slegarsi dal vincolo con il club, qualora la stessa società inglese non si ritenesse soddisfatta dei risultato ottenuti in stagione dalla squadra.

Il feeling con i giocatori

Complice il campionato deludente dei campioni in carica, il clima intorno all'ex Barcellona si è fatto dunque irrespirabile e non sarebbe soltanto la dirigenza a guardare storto il 48enne manager spagnolo. Il feeling con i giocatori, colpevoli quanto lui del distacco siderale dalla capolista Liverpool, si sarebbe infatti guastato nelle ultime settimane e dopo la recente decisione presa da Guardiola, che per evitare cali di tensione (che ci furono nel dicembre del 2018) ha vietato a David Silva e compagni di presenziare alla festa di Natale del club andata in scena nei giorni scorsi.

La Juventus alla finestra

A poche ore dall'annuncio ufficiale del rinnovo di Jurgen Klopp con il Liverpool, dalle parti dell'Etihad Stadium c'è dunque grande curiosità per il futuro di Pep Guardiola. A seguire da vicino gli sviluppi della vicenda c'è anche la Juventus: club che aveva già provato a convincere il tecnico nel recente passato, ricevendo però in cambio un secco ‘no, grazie'. L'ipotesi di una rottura con il City, prevista da questa clausola, potrebbe però far tornare alla carica la società bianconera.