Giornata speciale per l'Italia di Roberto Mancini che quest'oggi ha deciso di donare parte del proprio giorno ai bambini ammalati facendo visita all'Ospedale Bambin Gesù di Roma. Regali, foto, autografi e soprattutto tanti sorrisi per i più piccoli che sono rimasti entusiasti della presenza dei loro campioni visti solamente attraverso gli schermi televisivi. La Nazionale italiana di calcio in occasione dei 150 anni dell'ospedale pediatrico della Capitale ha regalato più di un sorriso ai bambini in difficoltà. Arrivati verso le 17.30 gli Azzurri, sono stati prima accolti dalla presidente Mariella Enoc e poi sono stati guidati dal numero uno della Federcalcio Gabriele Gravina, dal commissario tecnico Roberto Mancini e dall'ambasciatore dei volontari di Euro2020 Gianluca Vialli.

Nazionale di buon cuore

C'erano tutti, da capitan Bonucci a Immobile, da Belotti a Insigne: gli Azzurri si sono suddivisi in gruppi per incontrare bambini e ragazzi ricoverati, entrando nei diversi reparti dell'Ospedale. Sono stati visitati tutte le parti ospedaliere dal Pronto Soccorso alle Terapie intensive, dalla Neonatologia alla Pediatria, dalla Cardiologia all'Oncologia, dove Bonucci e compagni hanno anche giocato a carte con un piccolo paziente e hanno poi consegnato la cena ad altri bambini.

Lo striscione dei piccoli tifosi

A tutti i bimbi sono stati consegnati dei regali, tantissimi pacchetti con blocco e matite per colorare e un cappellino della Nazionale, mentre i giovani pazienti hanno regalato agli Azzurri un cartellone colorato con la scritta: "Il vostro gol piu' bello e' stato venire da noi in Ospedale".

Tutti a seguire Italia-Grecia all'Olimpico

La squadra ha anche ricevuto in dono un pallone con le firme dei bambini ricoverati oltre a due pettorine decorate con i disegni della ludoteca, che verranno indossate nel riscaldamento pre-partita di Italia-Grecia che si disputerà nel prossimo weekend e che sarà valida per le qualificazioni a Euro2020. La grande comunità del Bambin Gesù sarà invece ospite della Figc allo stadio proprio per la gara di sabato tra Italia e Grecia. Oltre 5 mila, tra pazienti, familiari, dipendenti e volontari dell'ospedale, saranno in tribuna all'Olimpico.