Fassone e Mirabelli, con il prezioso aiuto di Mino Raiola, lo avevano riportato a Milanello affidandogli il suggestivo ruolo di vice del fratello Gigio. A distanza di molti mesi, e dopo sole due partite giocate da titolare nella scorsa stagione (in Europa League contro il Ludogorets e nel derby di Coppa Italia), Antonio Donnarumma potrebbe però lasciare nuovamente il Milan nella prossima finestra invernale di mercato.

L'ex Asteras Tripolis, al centro di molte polemiche nell'estate di due anni fa (il contratto siglato con i rossoneri, per molti fu una specie di "tassa" da pagare a Raiola, in cambio della permanenza di suo fratello al Milan), è infatti stanco della situazione e starebbe valutando l'ipotesi di lasciare Milano a gennaio. L'arrivo di Pepe Reina gli ha infatti tolto ogni speranza, e con lo spagnolo titolare sia in Europa che in Coppa Italia, per il ventottenne portiere non rimane altro da fare che cercarsi una nuova squadra.

Una buona notizia per Plizzari

Come il fratello Gigio, anche Antonio è cresciuto nelle giovanili del Milan. Come lui ha vinto un campionato con gli Allievi rossoneri e una Coppa Italia Primavera, prima di girovagare per l'Italia in squadre più o meno blasonate. La buona stagione in Grecia e la trattativa per il rinnovo del fratello, hanno successivamente spinto Antonio tra le braccia del Diavolo, che gli ha fatto firmare un contratto fino al 2021 con un ingaggio da un milione di euro all'anno.

Le promesse (mancate) del club milanese, hanno però convinto il maggiore dei due fratelli a dire basta. Una notizia che potrebbe far tornare il sorriso ad Alessandro Plizzari: diciottenne talento di cui si dice un gran bene, anche lui sacrificato nel nome di Gigio e Pepe. Il portiere della nazionale Under 20, reduce da una positiva esperienza alla Ternana, chiede infatti maggior considerazione e medita addirittura l'addio a gennaio. La più che probabile partenza di Antonio Donnarumma, finirà invece per dargli un'altra chance con la squadra di Rino Gattuso.