Anche i migliori compiono passi falsi e questa volta a finire nelle prime pagine dei giornali per una gaffe clamorosa è stata la Germania, Nazionale pluridecorata e tra le migliori al mondo. Come in ogni Paese che si rispetti, alla vigilia degli incontri delle rispettive selezioni c'è anche un'attenta analisi di mercato per ottenere il massimo introito dalla vendita di nuove divise. Così, anche in terra tedesca ci si è adoperati per preparare le nuove casacche con sulle spalle nome e numero dei convocati per i prossimi impegni ma poco prima di andare in negozio, tutto è stato prontamente fermato.

Gaffe scoperta dagli appassionati

Alcuni tifosi della Germania, vedendo in anteprima le nuove divise ufficiali della Nazionale si sono accorti di alcuni errori di battitura nei nomi di alcuni giocatori e così, via social hanno dato vita al tam tam mediatico. Fortunatamente lo sponsor tecnico, l'Adidas è prontamente intervenuta mettendo mano al problema: ritiro immediato delle casacche incriminate prima che arrivassero nelle mani degli appassionati.

Gli errori sui due nomi

Una svista colossale per la casa d'abbigliamento sportiva tra le più importanti al mondo, costruita da Adolf Dassler: le maglie di Hector Waldschmidt per un errore di battitura erano diventate quelle di ‘Hecktor' e ‘Waltschmidt'. Roba da collezionisti, ma anche motivo per cui la notizia ha fatto il giro del mondo, con ironie sui social che non si sono fatte attendere.

Gli impegni della Germania

La Germania scenderà in campo Sabato, in occasione della partita di qualificazione a Euro 2020 contro la Bielorussia, con le nuove maglie – corrette – che faranno il loro esordio internazionale. Si saprà solo all'ultimo se anche Hector Waldschmidt scenderanno in campo (e si controlleranno i nomi) o siederanno in panchina con addosso la tenuta da riserva.