Non è certamente un momento positivo per Federico Chiesa. L'attaccante della Fiorentina, al centro di indiscrezioni di mercato, è infatti ancora alle prese con un problema fisico: un'infiammazione all’adduttore, che gli impedirà di scendere in campo nella prossima partita di campionato contro il Lecce. Le notizie sulle precarie condizioni fisiche del giocatore di Vincenzo Montella, erano arrivate nelle scorse ore grazie ad una nota ufficiale del club di Rocco Commisso, che aveva informato del lavoro differenziato di Chiesa a causa del risentimento all’adduttore lungo di sinistra accusato nei giorni scorsi.

Lo stesso tecnico toscano era stato sibillino in merito ad un'eventuale presenza dell'attaccante nel prossimo impegno di campionato: "Chiesa giocherà quando starà bene fisicamente e mentalmente". Secondo alcuni, Montella avrebbe inoltre deciso per un'esclusione del ragazzo per evitargli una possibile contestazione da parte della tifoseria viola.

Il futuro di Federico Chiesa

Le indiscrezioni sul futuro, rischiano infatti di accendere la protesta del popolo toscano e di minare la serenità del ragazzo che, Nazionale a parte, non pare giocare con la tranquillità giusta quando scende in campo con la maglia viola. Nelle scorse ore è intanto andato in scena un incontro tra il padre Enrico e la dirigenza della Fiorentina: un summit che pare abbia dato segnali confortanti e che si sarebbe svolto in un clima cordiale e disteso.

"Non ha chiesto la cessione e c’è anche un'apertura per il rinnovo", ha dichiarato il direttore sportivo Pradè che ora avrà il delicato compito di affrontare Federico Chiesa e capire quale sarà il suo futuro. Se non si arriverà ad un accordo per il rinnovo, l'addio dell'attaccante avverrà a giugno e non durante il prossimo mercato invernale.