La Fiorentina in modo eroico batte 2-1 l’Atalanta e si qualifica per i quarti di finale di Coppa Italia. La squadra di Iachini tra due settimane affronterà l’Inter, che ieri si è sbarazzata del Cagliari. Cutrone segna il primo gol con i viola all’11, Ilicic pareggia al 66’, Lirola decide l’incontro nel finale, che la Fiorentina ha giocato in 10 a causa dell’espulsione di Pezzella.

Primo gol con la Fiorentina per Cutrone

Un anno fa si sono sfidate nelle semifinali, passò l’Atalanta, questa volta, scherzo del tabellone, la partita tra viola e nerazzurri arriva già agli ottavi. Iachini e Gasperini effettuano un moderato turnover. Chiesa riposa, in avanti tocca a Vlahovic e a Cutrone. Nell’Atalanta è fuori tutto il tridente titolare, ma in campo ci sono l’ex Muriel, Pasalic e Malinovskyi. I viola partono bene e all’11’ trovano il gol dell’1-0, lo segna proprio Cutrone, acquistato ufficialmente la scorsa settimana. L’ex di Milan, Wolves salta Caldara, subito titolare con i nerazzurri, e Masiello e batte Gollini. L’Atalanta attorno la mezz’ora si sveglia chiede un rigore per un fallo in area su Malinovskyi e poi soprattutto va vicinissima al pari con Pasalic, che colpisce in pieno la traversa. Vlahovic ha la chance del raddoppio, ma colpevolmente la manca.

Decide un gol di Lirola

Nella ripresa entra subito Ilicic, poi Gomez. Gasperini ci tiene alla Coppa Italia e vuole il gol del pari. Pasalic ha un’occasione clamorosa, ma davanti a Terracciano, oggi al posto di Dragowski, sbaglia. Al 61’ Muriel con una giocata splendida salta due avversari e mette in mezzo, il pallone attraversa tutta l’area di rigore, Gosens arriva e colpisce di prima intenzione, palo pieno. Di azioni ne arrivano in serie e arriva soprattutto il pari al 66’, che realizza Ilicic che da due passi batte Terracciano. Dopo il gol lo sloveno polemizza con il pubblico del ‘Franchi’ che lo aveva beccato. E tre minuti dopo viene espulso Pezzella, il capitano abbandona i compagni perché viene ammonito per la seconda volta, una sciocca simulazione costa caro all’argentino. La partita in quel momento diventa cattiva, le polemiche esplodono. Esplode anche il ‘Franchi’ quando all’84’ la viola trova il gol del 2-1 con Lirola che riceve un pallone splendido da Pulgar, entra in area e con un diagonale fredda Gollini. La Fiorentina difende il nuovo vantaggio e festeggia con il presidente Commisso che ora sfiderà l'Inter nei quarti.