Finisce con i fuochi d'artificio la sfida tra Spal e Cagliari che valeva moltissimo ai fini salvezza. Le due squadre si sono battute per 90 minuti ma il 2-2 premia forse più i sardi dei padroni di casa incapaci di chiudere il match dopo che si erano portati in vantaggio al 3′ minuto grazie a Petagna. Tutto accade nella ripresa, quando al 71′ Antenucci raddoppia mettendo a segno il 2-0 della sicurezza. Che però dura un paio di minuti: prima Pavoletti e poi Ionita compiono l'impresa, riportando il match in parità.

Sfida salvezza

Una sfida che sa di punti salvezza e che a Ferrara si presenta in uno dei momenti peggiori per la Spal reduce da due sconfitte consecutive. Per i padroni di casa però, l'occasione giusta per rilanciarsi e trovare la spinta di inizio anno quando la neo promossa si è ritagliata il ruolo di sorpresa della Serie A. Di fronte un Cagliari che ha chinato il capo solamente con le grandi (ultime due sconfitte contro Inter e Juventus) e che ha fame di punti.

L'acuto di Petagna

Gli isolani pagano però subito carissimo prezzo ritrovandosi in svantaggio immediatamente: alla prima occasione, Petagna non sbaglia con un colpo di testa perfetto che schianta la resistenza sarda e fa capitolare Gomis incolpevole nell'occasione. Un avvio in discesa che apre le porte ad una gara più semplice per la Spal.

Cagliari in difficoltà

Le occasioni da gol però latitano, la rete non accende la sfida e solo in un paio di occasioni nel primo tempo il risultato potrebbe cambiare non fosse per gli errori ancora di Petagna, al 12′ esaltando le doti di Gomis, e al 36′ di Romagna che prova il pareggio con un colpo che si perde di pochissimo a destra del palo della porta di Cragno.

Raddoppio Spal

La ripresa inizia con il Cagliari che oltre a reggere l'urto dei padroni di casa pensa a rimettere in sesto la partita e Joao Pedro al 58′ sfiora il pari. Mira sbagliata e nel più classico dei detti, arriva poco dopo il gol subito: a segnare il raddoppio per la Spal è Antenucci, al 72′ con un colpo che pone virtualmente fine al match che sfrutta al meglio l'assist di Lazzari.

Orgoglio Cagliari: Pavoletti-Ionita

Con la partita compromessa però sono gli ospiti a reagire come meglio avrebbero potuto: subito nell'arco di 60 secondi il Cagliari torna in partita: corner e colpo di testa di Pavoletti che risponde da vero bomber superando Gomis. E' la rete della svolta: tre minuti dopo i sardi raggiungono il 2-2 con Ionita e capovolgono l'inerzia della partita a proprio favore.