Romelu Lukaku è stato uno degli acquisti più importanti della Serie A durante la sessione di mercato dell'estate 2019. Il centravanti belga è arrivato dal Manchester United per una cifra mai spesa (75 milioni di euro) nella storia dell'Inter e ha lasciato subito il segno con due goal nelle prime due giornate di campionato. Purtroppo il numero 9 nerazzurro è rimasto coinvolto in un brutto episodio di razzismo, visti i cori discriminatori che alcuni ‘tifosi' della curva nord di Cagliari gli hanno dedicato durante il match giocato alla Sardegna Arena.

L'ex attaccante di Everton e Manchester United è diventato subito l'idolo dei supporter nerazzurri ma c'è chi non considera Lukaku un calciatore in grado di cambiare le sorti di una squadra e predica calma riguardo le prestazioni del giocatore belga: a non considerare un "campione" il numero 9 della Beneamata è Fabio Capello, ex tecnico di Juventus, Roma e Milan, che non vede nel belga uno di quei colpi di mercato che cambiano una squadra. Durante il suo intervenuto a Radio Deejay, l'ex allenatore ha spiegato il suo punto di vista:

Lukaku è un buon giocatore, che lavora e fa movimenti. È uno di quei giocatori che ti servono in campo, ma non è un fuoriclasse. Ha fatto due goal di cui uno su errore del portiere…

Capello: Sanchez ha le qualità, fa la differenza se vuole

L'ex calciatore e allenatore friulano, che attualmente è opinionista di Sky, non ha mai nascosto il suo punto di vista durante la sua carriera e non lo fa adesso e proprio dopo aver espresso la sua posizione si Lukaku ha applaudito l'Inter per l'altro acquisto in attacco, ovvero quello del cileno Alexis Sanchez, che tornato in Italia dopo un decennio dall'addio all'Udinese e dopo aver indossato le maglie di Barcellona, Arsenal e Manchester United: "Lui le qualità ce le ha. Fa la differenza in campo se vuole".