Il recupero di Lazio-Verona, avvenuto lo scorso 5 febbraio (a poco più di un mese dal rinvio disposto il 22 dicembre per il contestuale impegno dei biancocelesti in Supercoppa italiana), ha creato un insolito precedente al fantacalcio. A metterci lo zampino la finestra di calciomercato svoltasi a gennaio, nella quale alcuni giocatori già (potenziali) protagonisti della 17a giornata disputata prima di Natale hanno avuto la possibilità di… riviverla. Naturalmente con altre squadre.

Stiamo parlando dei veronesi Eysseric e Borini. Il primo, a dicembre, vestiva ancora la maglia della Fiorentina, il secondo quella del Milan. Solo l'ex viola, però, era sceso in campo per uno spezzone di match con la Roma, mentre l'ex milanista era rimasto a guardare nella debacle dei suoi vecchi compagni contro l'Atalanta (5-0). Due situazioni che, pur non spostando gli equilibri al fantacalcio, hanno reso i due giocatori già "attivi" per il gioco.

I voti prima e dopo Natale

Il fantasista ora al Verona, ai tempi di Fiorentina-Roma, si era meritato un s.v. (senza voto) in pagella per lo scarso minutaggio di impiego. Borini, come detto, non scendendo in campo non aveva ricevuto alcuna valutazione. Nel recupero dello scorso febbraio, invece, il primo si è meritato un 6 in pagella, il secondo un 5,5. Di fatto una doppia votazione.

Cosa fare al fantacalcio

Detto che si tratta di un caso senza precedenti nel nostro gioco, il regolamento parla chiaro e – ammesso che alcune leghe private abbiano lasciato "aperta" la giornata per più di un mese in attesa del recupero – non rende i due elementi eleggibili. Di fatto per Eysseric vale il sv di prima di Natale, mentre il 5,5 di febbraio, ottenuto da Borini, diventa di fatto un non voto. Poco male, l'attaccante ha comunque ripagato i suoi fantallenatori con la prestazione da migliore in campo contro la Juventus.