La Lazio vince, di misura ma con convinzione e con il gioco: il Cluj viene sconfitto all'Olimpico 1-0 grazie alla rete nel primo tempo di Correa, tra i migliori in campo. Un successo che fa proseguire i capitolini nel sogno di qualificazione rimandato nell'ultima giornata del girone in cui dovrà arrivare un'altra vittoria e sperare in un passo falso del Cluj contro la capolista Celtic.

Turn-over per Inzaghi

Missione disperata da parte della Lazio che prova a chiudere in bellezza davanti al proprio pubblico  con una qualificazione al secondo turno oramai compromessa. Contro il Cluj, squadra contro cui all'esordio in Europa League, i capitolini sono usciti sconfitti (2-1) Inzaghi cambia le carte, mescola titolari e panchinari, dando spazio a tutti e cercando stimoli e motivazioni per trovare i tre punti. Non a caso, c'è il debutto europeo di Luis Alberto e quello assoluto di Adekanye in attacco al fianco di Correa.

Il break di Correa: 1-0 Lazio

Partono meglio i padroni di casa che subito alzano il ritmo e spingono sull'acceleratore malgrado un 11 iniziale inedito per 5/11. Il terminale offensivo maggiormente cercato e più pericolo è ovviamente Correa che si dimostra subito letale alla prima grande occasione da gol. Al 24′, imbeccato in area da Bobby Adekanye. Correa rimane freddo e buca il portiere all'angolino basso di destra per l'1-0.

Reazione Cluj, palo Djokovic

La Lazio prova a insistere e a chiudere il match ma il Cluj non sta solamente a guardare, con un ‘ora di gioco ancora di fronte e con la possibilità di giocarsi due risultati su  tre a disposizione per centrare la qualificazione. Così, prima Burca, poi Djokovic mettono in difficoltà la difesa laziale soprattutto al 38′ quando il numero 8 dei rumeni colpisce un clamoroso palo.

La Lazio gestisce

Nella ripresa la Lazio prova a mantenere alta la pressione ma il Cluj mantiene le distanze e non si fa sorprendere, restando in partita e provando a giocarsi il tutto per tutto nel finale. Al 65′ è il turno anche di Caicedo, il jolly della panchina di Inzaghi che quando entra a gara in corso, spesso riesce a essere determinante.

Finale tranquillo

La Lazio chiude in crescendo alla ricerca del raddoppio della sicurezza che però non arriva. La partita resta aperta fino alla fine lasciando l'Olimpico in sospeso fino al 90′ ma la squadra di Inzaghi gestisce al meglio e trova tre punti pesantissimi che fanno sperare nel sogno Europa.