Nuova doccia fredda per la Roma contro il Borussia Mönchengladbach. La squadra di Fonseca è stata battuta in pieno recupero in terra tedesca, dopo l'1-1 beffa dell'Olimpico. Decisivo un gol di Thuram, figlio d'arte protagonista finora di una super stagione. In precedenza l'autogol di Fazio che si era poi riscattato segnando il momentaneo pareggio. Ora i capitolini sono secondi in classifica a pari punti del Borussia, a due lunghezze dalla prima della classe Basaksehir, con un punto di vantaggio sul Wolfsberger.

Un autogol di Fazio regala il vantaggio al Borussia Mönchengladbach

Ancora scelte obbligate per Fonseca, per una Roma alle prese con l'emergenza infortuni. Conferma per Mancini davanti alla difesa con Veretout, e trio formato da Zaniolo, Pastore e Kluivert alle spalle del terminale offensivo Dzeko. Schieramento identico per i tedeschi, con occhi puntati sul talentuoso classe 1997 Marcus Thuram, figlio della vecchia conoscenza italiana Lilian e campione del mondo con la Francia. Non è un caso che sia proprio lui il protagonista dell'azione del vantaggio dei tedeschi (costretti alla mezz'ora a perdere per infortunio Jantschke, sostituito da Hofmann): sgroppata sulla sinistra del calciatore nato a Parma e cross al centro con Fazio che va in confusione e con una deviazione batte il suo portiere realizzando un beffardo autogol.

Svantaggio immeritato per la Roma. Un errore grossolano dell'argentino che paga probabilmente anche la mancata comunicazione con i compagni di reparto, in una situazione che non sembrava pericolosissima. Svantaggio immeritato per i giallorossi che, seppur meno brillanti del solito, fino a quel momento si erano resi pericolosi con Zaniolo, giovando di un Pastore molto ispirato, e soffrendo solo le conclusioni dalla distanza di Zakaria e Benes.

Fa tutto Fazio, un suo gol regala il pareggio alla Roma

È proprio il Flaco, dopo un pericolo scampato legato ad un tiro sballato di Stindl, ad andare ad un passo dal pareggio. L'ex Psg prende la mira e prova a piazzarla al 57′ trovando sulla sua strada un super Sommer che toglie la sfera dall'incrocio. La Roma comunque inizia a crescere, giovando anche del ritorno in campo di Diawara al posto di Mancini e non è un caso che al 63′ arrivi il pareggio. Questa volta Fazio segna nella porta giusta sfruttando con un guizzo da bomber vero una pennellata dalla sinistra di Kolarov su punizione.

Thuram stende la Roma nel recupero

Un gol che certifica l'ottimo secondo tempo della formazione di Fonseca che si rende pericolosa in altre due occasioni sempre con Kluivert che non riesce però a trovare il tocco vincente. Nel finale però arriva la doccia fredda per i giallorossi in pieno recupero: è Thuram troppo libero a centro area a deviare in rete una spizzata di Plea, dopo l'ennesimo pallone calciato in area dalla compagine tedesca. Una rete che non rende giustizia alla prova della formazione capitolina soprattutto nel secondo tempo. Ora i giallorossi dovranno necessariamente cercare di far risultato in casa del Basaksehir