Saranno Turchia, Svizzera e Galles le avversarie dell'Italia a Euro 2020. Questo l'esito del sorteggio che si è tenuto a Bucarest, e che ha definito il gruppo A tutto sommato positivo per gli azzurri che hanno evitato di incrociare subito il cammino con Francia e Portogallo. Come giudica il girone Roberto Mancini? Il commissario tecnico azzurro predica attenzione, ma è consapevole delle potenzialità della Nazionale che giocherà a suo dire per vincere il torneo, senza partire sfavorita contro nessuna avversaria.

Sorteggio Euro 2020, Mancini sulle avversarie dell'Italia

Roberto Mancini ai microfoni di Sky ha commentato il sorteggio di Euro 2020 che ha visto l'Italia abbinata nel gruppo A a Turchia, Svizzera e Galles. Tre avversarie alla portata degli azzurri, anche se il ct non vuole sentire parlare di urna fortunata: "Siamo stati fortunati? Dipende dai punti di vista, Le partite son tutte da giocare. La Svizzera è un'ottima squadra, il Galles può essere la sorpresa e la Turchia è piena di giovani bravi che hanno fatto risultato per due volte con la Francia".

Per Mancini l'Italia non parte sfavorita contro nessuno

A proposito della Francia, capitata poi in un girone di ferro con Germania e Portogallo, Mancini non si nasconde: "Non partiamo sfavoriti contro nessuna squadra, anche se sicuramente ci sono Nazionali più attrezzate che hanno iniziato il loro percorso qualche anno prima di noi. Mi sarebbe piaciuto pescare la Francia. Credo che nessuno voglia trovare l'Italia nella fase a gruppi, il discorso vale per noi come per loro".

L'Italia a Euro 2020 per vincere, parola di Mancini

L'Italia arriva a Euro 2020 con un rinnovato entusiasmo dopo aver collezionato solo vittorie nel girone di qualificazione. Grande consapevolezza dei propri mezzi per gli azzurri che però non dovranno abbassare l'asticella dell'attenzione e mantenere la stessa fame: "Sappiamo quello che possiamo dare, ma la strada è ancora lunga. Dobbiamo essere consapevoli di quanto abbiamo fatto nel girone di qualificazione, ma anche che questo ora non conta più". Il tutto con la consapevolezza di avere le carte in regola per poter giocarsela con chiunque e arrivare fino in fondo: "L'Italia ha il dovere di partire sempre per vincere, anche quando magari non è favorita. So che abbiamo dei bravi giocatori, che stanno migliorando di partita in partita. Si è creato un buon gruppo e questo è positivo, poi vedremo cosa accadrà. L'obiettivo è vincere l'Europeo, non abbiamo altri obiettivi"

Il momento di Chiesa e la battuta sul portiere

Una battuta anche sul momento no di Chiesa alla Fiorentina: "A Palermo ha fatto una delle sue migliori partite in Nazionale. Ho letto che in questo momento ha qualche problema a Firenze, spero che si riprenda". E a proposito di singoli, Mancini scherza sul giocatore che vorrebbe come migliore in campo a Euro 2020: "Mi piacerebbe se il migliore fosse il portiere, significherebbe prendere pochi gol".