Francia e Turchia pareggiano, l'Islanda ringrazia e si avvicina. A due partite dal termine, e dopo il pareggio dello Stade de France, la situazione nel gruppo H di qualificazione al prossimo Europeo è ancora tutta da definire. I 90 minuti giocati a Saint-Denis hanno infatti confermato l'assoluto equilibrio tra Francia e Turchia, nonostante i "galletti" si siano dati più da fare rispetto agli avversari per portare a casa il bottino pieno. In gol con Giroud ad un quarto d'ora dal termine, i "Bleus" si sono fatti raggiungere cinque minuti dopo da un colpo di testa di Kaan Ayhan. In classifica Francia e Turchia sono ora a quota 19 punti, con l'Islanda a quattro lunghezze di distanza.

La Francia domina, ma non trova il gol

In un Stade de France blindato e preoccupato dall'arrivo di migliaia di tifosi turchi, la Francia si gioca la vetta del girone H: al momento condivisa proprio con la nazionale del commissario tecnico Senol Gunes. Senza Pogba, Mbappé e Lloris, la Francia scende in campo con Ben Yedder dal primo minuto e Giroud in panchina. Parte dalla panchina anche il milanista Calhanoglu, lo juventino Demiral è invece regolarmente al suo posto.

L'avvio dei giocatori di Deschamps è incoraggiante e genera un primo quarto d'ora di fuoco, dove la Turchia soffre la pressione avversaria e suda freddo sulle occasioni di Sissoko e Griezmann. Il giocatore del Barcellona è tra i più pericolosi, e lo conferma non solo con le sue ripartenze in velocità ma anche con un sinistro a giro che al 36esimo esce di poco a Gunok battuto: l'ultimo acuto di una prima frazione di gara tutta a favore dei campioni del Mondo.

Giroud fa crollare il muro turco

Il primo cambio è della squadra turca. Il secondo tempo comincia infatti con Calhanoglu in campo (al posto di Okay Yokuslu) e con il compito di giocare più vicino a Burak Yilmaz: spesso isolato nella prima parte di gara. Il milanista è subito pericoloso con una punizione che Demiral non aggancia per pochi centimetri. Si gioca a Saint-Denis, ma sono i tifosi turchi che si fanno sentire con maggior decisione: una spinta che dà forza alla nazionale turca, vicina al gol al 15esimo con un tiro di poco alto di Burak Yilmaz. Rispetto ai primi 45 minuti, la Francia fa più fatica a trovare varchi contro una Turchia più equilibrata e più ‘alta' nel pressing sui portatori di palla avversari.

Prima dell'ingresso di Giroud (fuori un deludente Ben Yedder), è Varane il giocatore più pericoloso per i padroni di casa: colpo di testa da corner e palla fuori di poco. Una scena che si ripete poco dopo, ma che in questo caso porta al vantaggio della Francia siglato da una capocciata prepotente di Giroud. L'1-0 dei "Bleus" dura però cinque minuti, giusto il tempo per vedere Calhanoglu mettere l'ennesima punizione col contagiri e trovare il colpo di testa vincente di Kaan Ayhan: un gol che chiude la sfida e rimanda il discorso qualificazione alla prossima partita.