Roberto Inglese regala 3 punti importantissimi al Parma in una gara molto interessante e con tanti cambiamenti soprattutto nella prima parte. La squadra di Roberto D'Aversa ha battuto per 3-2 il Torino grazie alle reti di Kulusevski, Cornelius e del centravanti ex Napoli dopo essere passata in svantaggio in superiorità numerica. La gara dei granata è stata condizionata dall'espulsione di Bremer e le reti di Ansaldi e Belotti non sono bastate ai ragazzi di WalteMazzarri per portare punti a casa. Si tratta del secondo successo consecutivo per i ducali dopo quello sul Sassuolo mentre cadono di nuovo i granata dopo la vittoria sul Milan.

Gara scoppiettante allo stadio Tardini, con due squadre hanno cercato di imporsi sfruttando le loro armi e senza mai mollato anche nei momenti di difficoltà. Se il risultato parla di una gara divertente non si può dire lo stesso a livello tattico e di concentrazione: tanti errori da parte di entrambe le compagini e basta vedere le situazioni da goal per scorgere subito dei problemi.

Brilla la stella di Kulusevski: gol e assist per Cornelius

Pronti-via e il Parma ha trovato il vantaggio con Dejan Kulusevski: il giovane svedese ha seguito l'azione di Gervinho ed è riuscito a insaccare a porta vuota il suo primo goal in Serie A. Il centrocampista in prestito dall'Atalanta è stato tra i migliori dei suoi e al 48′, dopo che il Parma era passato in svantaggio, ha servito un assist bellissimo per Andreas Cornelius che ha riportato il match in parità con un grande tiro sotto la traversa. Secondo i dati Opta il calciatore gialloblù è il più giovane giocatore dei campionati top-5 d'Europa ad aver partecipato attivamente ad almeno 4 goa (1 rete 3 assist).

Ansaldi-Belotti: il Torino lotta finché può

Il Toro di Mazzarri ha accusato lo svantaggio iniziale ma ha reagito subito: al 12′ Cristian Ansaldi ha sfruttato un bel cross di Verdi dalla sinistra e, complice un errore in chiusura di Gagliolo, ha insaccato di testa in maniera piuttosto comoda. L'argentino, come spesso succede, è uno dei migliori dei suoi e stasera, impiegato sulla corsia di destra, ha dato parecchio fastidio alla difesa gialloblù con i suoi movimenti e i suoi cross.

I granata hanno trovato la rete del vantaggio al 43′ con Andrea Belotti che ha subito un fallo in area di Laurini e, dopo essere uscito dal campo per le cure è rientrato, su calcio di rigore ha siglato la rete numero 5 in campionato. Il penalty è stato concesso dopo che l'arbitro Lapenna ha consultato il VAR ed è andato a rivedere l'intervento falloso del terzino ducale nei confronti del Gallo.

Sirigu è un muro: rigore parato e tanti interventi decisivi

Una delle "figure" del match è stato Salvatore Sirigu: il portiere del Toro è stato protagonista di tanti interventi decisivi e al 31′ ha parato un calcio di rigore ipnotizzando Gervinho dagli undici metri. Dopo le tante parte effettuate contro il Milan, anche stasera il secondo portiere della Nazionale ha dimostrato di essere davvero una sicurezza. In occasione della concessione della massima punizione per i ducali c'è stata l'espulsione di Bremer, doppio giallo in 10 minuti, e così i granata hanno giocato per un'ora con l'uomo in meno.

Inglese regala 3 punti al Parma

Il Parma nella ripresa ha occupato la metà campo avversaria, sfiorando diverse volte la rete del vantaggio (la più clamorosa è stata la traversa di Hernani), ma ha dovuto attendere l'ingresso in campo di Roberto Inglese per risolvere la contesa: l'ex attaccante del Napoli al 78′ al posto di Hernani e undici minuti dopo ha insaccato alle spalle di Sirigu una palla vagante in area di rigore. Non succede più nulla nel finale e con questa vittoria i ducali agguantano il Torino a 9 punti.