La tentazione di cambiare allenatore forse per un attimo i dirigenti del Barcellona l’hanno avuta. Valverde dopo aver perso la semifinale della Supercoppa di Spagna con l’Atletico Madrid ha traballato, ma poi ha resistito. Un po’ per mancanza di alternative nell’immediato, un po’ perché il tecnico è sostenuto da Messi e Suarez e perché Xavi, il prescelto per la successione a Valverde, ha detto no, per ora resta all’Al-Sadd.

Xavi ha detto no al Barcellona, ma a giugno chissà

L’ex grandissimo centrocampista è stato avvicinato alla panchina del Barcellona nelle ultime ore, in cui sono state alimentate diverse voci. Il ‘Mundo Deportivo’ però ha avuto la possibilità di parlare con Xavi che ha detto chiaramente che lui vuole allenare, anzi sogna di guidare il Barcellona, ma non adesso. Il tecnico non ha negato l’incontro con Abidal, i due si sono visti ma non hanno parlato di calcio e nello specifico non della panchina catalana:

Non ho ricevuto alcuna offerta dal Barça, ho incontrato Abidal perché è mio amico. Non posso parlare di ciò che accade nel Barça per quanto riguarda il club e Valverde ma tutto il mondo sa che allenare il Barcellona è il mio sogno, ma ora sono l’allenatore dell’Al-Sadd e sono concentrato su questo.

Valverde resta sulla panchina del Barcellona

Lunedì alla ripresa degli allenamenti i calciatori catalani troveranno ancora Valverde, che in fondo merita di rimanere, ha vinto la Liga due volte su due e anche quest’anno è al comando. E il tecnico del Barcellona cercherà di conquistare con Messi la Champions League. L’unico che forse sperava nell’addio della ‘Formica’ (questo è uno dei soprannomi del tecnico) è Vidal, che non ha un buon rapporto con Valverde e che adesso molto probabilmente inizierà a vagliare con maggiore attenzione la proposta dell’Inter, che vuole rinforzarsi nel mercato di gennaio e cerca il cileno.