È passato quasi un anno dalla scomparsa di Emiliano Sala ma il nome del povero calciatore argentino scomparso in un incidente aereo sulla Manica viene ancora tirato in ballo per questione di mercato tra Nantes e Cardiff. Secondo quanto ha stabilito la Fifa in merito al caso del trasferimento dell'attaccante di Cululú il club inglese avrà tre sessioni senza mercato se non verrà pagata entro 45 giorni la prima rata da 6 milioni di euro alla società francese. La decisione era stata annunciata a fine settembre e le motivazioni ora sono state notificate alle parti e sono consultabili sul sito dell'ente. Questa situazione si è venuta a creare perché dopo lo schianto del velivolo sul quale viaggiava il giocatore, il Cardiff si era rifiutato di pagare al Nantes i 17 milioni di euro del cartellino perché riteneva che Sala non fosse ancora a tutti gli effetti un tesserato del club ma il FIFA Player's Committee ha ordinato ai Bluebirds di pagare la cifra corrispondente alla prima rata del trasferimento.

La decisione della Fifa sul caso Emiliano Sala

Secondo quanto stabilito a settembre la Fifa ha imposto al Cardiff di versare la prima rata di 6 milioni di euro (5,3 milioni di sterline) più il 5% di interessi al Nantes per il trasferimento del giocatore argentino. Il club gallese ha sostenuto di non essere responsabile dell’intero importo del cartellino perché Sala non era ancora un loro giocatore nel giorno del decesso: per questo motivo il Cardiff ha rifiutato di versare pagamenti intermedi afferrando che l'accordo non era vincolante a livello legale. Il Comitato della Fifa ha respinto le giustificazioni della società gallese per una serie di motivi: "I membri dell'Ufficio di presidenza hanno deciso di non tener conto di eventuali argomenti avanzati dal Cardiff di fronte alla Fifa in relazione alle circostanze che circondano la tragica morte del giocatore".

La tesi del club britannico è stata respinta in merito al trasferimento non completato visto che la Federcalcio gallese aveva ottenuto "tutti i requisiti necessari" meno di due ore prima che il volo di Sala avesse lasciato Nantes. La Fifa ha affermato che "il trasferimento del giocatore dal Nantes al Cardiff deve essere considerato validamente concluso tra le parti. Quindi il giocatore era di proprietà del Cardiff".

Nel caso in cui il club gallese, che già ha reso noto il ricorso alla corte arbitraria dello sport nelle prossime due settimane come scrive la BBC, non rispettasse il comunicato della Fifa pagando il Nantes entro 45 giorni, verrebbe punito con un blocco alle operazioni per tre sessioni di mercato. Il Comitato della Fifa ha inoltre messo in risalto come questa sentenza riguardi solo il pagamento della prima tassa sul trasferimento.