Mancano solo la firma e il comunicato ufficiale. Ma la trattativa è stata chiusa. Edy Reja sarà il nuovo Commissario Tecnico dell’Albania. Nella giornata di mercoledì l’allenatore 73enne incontrerà a Tirana il presidente federale Armand Duka con cui definirà l’accordo e in particolare la durata del contratto. La federazione propone un biennale, Reja invece vorrebbe un contratto di un anno. Reja sarà il terzo c.t. italiano della nazionale albanese dopo De Biasi e Panucci.

Un altro italiano c.t. dell’Albania

Dunque l’Albania cercherà di qualificarsi per Euro 2020 con un altro commissario tecnico italiano. De Biasi riuscì a portare la nazionale per la prima volta in una grande manifestazione nel 2016, poi dopo la mancata Qualificazione al Mondiale 2018 è stato sostituito da Panucci, che dopo una modesta Nations League e una sconfitta interna all’esordio nelle Qualificazioni agli Europei è stato esonerato. Adesso toccherà a Reja, che ha vinto la concorrenza di Zaccheroni e Guidolin, e che vivrà la sua prima esperienza da selezionatore. Va definito lo staff, il suo vice potrebbe essere Calori, che però è sotto contratto con la Ternana, e al momento non è libero.

Reja, esordio da Commissario Tecnico a 73 anni

Non è mai troppo tardi per una prima volta. Edy Reja, classe 1945, che ha una carriera ultra trentennale da allenatore, ha guidato soprattutto il Napoli, la Lazio e l’Atalanta, per la prima volta sarà Commissario Tecnico. Un’esperienza che tutti gli allenatori, almeno una volta, vogliono provare. L’Albania ha una buona squadra, in Serie A giocano i portieri Berisha e Strakosha e i difensori Hysaj e Djimsiti, ma sarà dura per Reja qualificarsi per Euro 2020. La dea bendata non è stata benevola con l’Albania che è finita nel girone della Francia campione del mondo, ma anche di Islanda e Turchia.