Il mondo del calcio si stringe intorno a Marco Van Basten. Il papà dell’ex forte centravanti del Milan e attuale allenatore dell’Az Alkmaar si è spento domenica scorsa all’età di 84 anni. Una grave perdita per il “cigno di Utrecht”, che ha immediatamente ricevuto le condoglianze di compagni di squadra, addetti ai lavori e tifosi. A tal proposito il Milan non ha perso tempo per dimostrare il proprio cordoglio alla sua ex stella affidandosi ad un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito: “Il Milan e tutti i tifosi sono vicini a Marco Van Basten per la scomparsa del papà Joop. A Marco e alla sua famiglia, le condoglianze, sincere e affettuose, da parte della Società Rossonera e della sua dirigenza oltre che da parte di tutti i tifosi milanisti". Joop Van Basten è stato sicuramente il tifoso numero uno del figlio Marco nonchè anche la figura più importante nella sua crescita professionale e nella sua strepitosa carriera calcistica.

Joop Van Basten fondamentale nella carriera del "cigno di Utrecht" Marco

Van Basten senior infatti è stato un ex calciatore e ha vestito la maglia di DOS e HVC conquistando anche un titolo di campione d’Olanda. E’ stato proprio lui ad affidare il giovane Marco a soli sei anni nelle mani dei tecnici delle squadre di Utrecht, ovvero prima l’EDO (1970/71) e poi l’UVV (1971/80). Fondamentale il suo apporto anche dopo il ritiro di Van Basten dal calcio giocato in seguito ai problemi al ginocchio: Joop Van Basten infatti ha spinto molto affinchè il figlio intraprendesse la carriera di allenatore. Una carriera che adesso sembra essere arrivata ad un punto di svolta: dopo una serie di alti e bassi per Marco Van Basten la sfida sulla panchina dell’Az Alkmaar potrebbe rivelarsi decisiva per un ulteriore salto di qualità e l’approdo in un club più prestigioso del panorama calcistico europeo dopo le esperienze con l'Ajax e con la Nazionale olandese.