Una brutta notizia scuote il mondo del calcio. Il Crotone piange la morte di Sergio Mascheroni. È stato lo stesso club calabrese, in una nota ufficiale, a confermare la prematura scomparsa del classe 1976. Ricostruita la dinamica della tragedia: l'uomo ha perso la vita durante una battuta di caccia sulle montagne della Valle Antrona, nella provincia piemontese del Verbano-Cusio-Ossola. Con lui c'era anche il padre. L'incidente è avvenuto nella zona di Cheggio, un alpeggio che si trova a oltre 1500 metri nel territorio del Comune di Antrona Schieranco: Mascheroni è precipitato per una quarantina di metri in un canalone, il cadavere è stato recuperato dalle squadre del soccorso Alpino

Morto Sergio Mascheroni, il comunicato del Crotone

Il Crotone in un messaggio pubblicato sul proprio sito ufficiale ha confermato la notizia della morte del preparatore atletico Sergio Mascheroni. Questa la nota del club rossoblu: "Perdiamo uno della nostra famiglia. Con il cuore pieno di dolore siamo costretti a dare una notizia che non avremmo mai voluto apprendere. Il nostro preparatore atletico, Sergio Mascheroni, ci ha lasciati improvvisamente a seguito di una tragica fatalità questa mattina a Como".

Il cordoglio del Crotone per la morte del preparatore atletico Sergio Mascheroni

Tantissimi già i messaggi di cordoglio per la scomparsa del tecnico, uno su tutti quello del presidente del Crotone Vrenna: "Non riusciamo a credere a quanto accaduto non ci sono parole, proviamo tanto dolore e sgomento. In un momento così triste il nostro pensiero va alla famiglia di Sergio. Siamo attoniti, senza parole e non riusciamo ad esprimere tutto il nostro dolore. Ci stringiamo tutti alla famiglia di Sergio. Il presidente, il direttore generale, i calciatori, i dipendenti e tutta la società piangono Sergio, uomo straordinario, professionista eccezionale".

Chi era Sergio Mascheroni

Sergio Mascheroni era un preparatore atletico molto stimato tra gli addetti ai lavori. Classe 1976 era legato al Crotone dal 2018 con un contratto in scadenza nel 2020. Aveva lavorato con lo stesso incarico anche al Foggia dal 2016 al 2018 e in precedenza al Milan. Con la formazione del capoluogo lombardo aveva collaborato per quasi 8 stagioni dal 2008 al 2016.