Difficile che possano essere in campo dall'inizio per Napoli-Juventus ma il ritorno di Maksimovic e Koulibaly in gruppo a due giorni dalla sfida di campionato è una buona notizia per Gattuso e per i tifosi azzurri. Il difensore senegalese manca dal 12 dicembre scorso (gara col Parma) e "ha svolto la prima parte di esercitazioni sulla linea difensiva in gruppo e parte della sessione personalizzato". L'ex centrale serbo del Torino ha giocato per l'ultima volta il 1° dicembre (Bologna) e "ha svolto gran parte di allenamento con il gruppo e parte personalizzato".

Ce la faranno a giocare contro i bianconeri? Forse uno dei due figurerà tra i convocati (l'ex granata sembra avere maggiori opportunità) ma qualsiasi altra ipotesi al momento è un azzardo. Niente da fare, invece, Mertens (lavoro in palestra), Ghoulam (lavoro personalizzato). Fuori anche Allan e Younes.

Come arrivano Napoli e Juventus alla sfida

Sia Gattuso sia Sarri sono alle prese con l'emergenza assenze nel reparto difensivo. Napoli e Juventus sono entrambe reduci dalla vittoria in Coppa Italia (quarti di finale) contro Lazio e Roma ma arrivano al match in una posizione di classifica totalmente differente. Bianconeri in fuga verso lo scudetto, a +4 sull'Inter seconda. Partenopei scivolati nella seconda parte del tabellone per una crisi di gioco e di risultati durissima.

La probabile formazione del Napoli

Di Lorenzo centrale accanto a Manolas, Hysaj e Mario Rui esterni in difesa: scelte obbligate in difesa per il Napoli. Tra i pali ci sarà ancora Ospina. La tentazione è proporre a centrocampo la coppia di mediani Demme-Lobotka che s'è vista in campo per poco tempo contro la Lazio (complice il "rosso" a Hysaj). Zielinski favorito su Fabian Ruiz. L'attacco sarà lo stesso che ha giocato contro la Lazio: Insigne e Callejon esterni, Milik al centro.

  • Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Lobotka, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

La probabile formazione della Juventus

Le maggiori difficoltà della Juventus sono sulle corsie esterne in difesa. Tra i bianconeri s'è addirittura fatta strada la possibilità di arretrare Matuidi sulla linea dei terzini. Con Danilo ko, dovrebbero agire Cuadrado e Alex Sandro. A centrocampo Bentancur si candida per una maglia da titolare con Pjanic e Rabiot. Ramsey dovrebbe agire alle spalle di Ronaldo e Dybala.

  • Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Dybala, C. Ronaldo.