Gianluigi Donnarumma meglio di Jan Oblak dell'Atletico Madrid, con Salvatore Sirigu del Torino nel ruolo di terzo incomodo. È il dato statistico riferito all'anno solare e raccolto da whoscored.com relativamente ai portieri che hanno effettuato con successo il maggior numero di parate tra i cinque maggiori campionati europei. Dalla Premier League alla Serie A, considerato un numero minimo di dieci presenze, non c'è estremo difensore in Europa migliore del ‘Gigio' rossonero che ha raggiunto una percentuale altissima: 81.9% rispetto all'81.2% sloveno che gioca in Spagna e al numero uno dei granata. Numeri alla mano, è un dato incoraggiante per il calciatore e per il club a pochi giorni dalla terza giornata di campionato che vedrà il Milan ripartire da Verona.

Contratto in scadenza nel 2021, prove tecniche di rinnovo

Donnarumma è una colonna della squadra e della Nazionale di Roberto Mancini perché resti a Milano e in Italia servirà qualcosa in più di una stretta di mano tra club e calciatore. Alle fredde cifre delle statistiche si aggiungono quelle del contratto in scadenza nel 2021. Cosa significa? I prossimi messi saranno caldissimi per raggiungere una nuova intesa ed evitare di arrivare a fine stagione con l'obbligo di cedere il portiere sì da evitare il rischio di perderlo a parametro zero.

Qual è lo stipendio attuale che guadagna Donnarumma

Lo stipendio attuale del portiere milanista è di 6 milioni netti a stagione. Una somma troppo alta rispetto alle esigenze del club che, per necessità di bilancio e vincoli del fair play finanziario, deve ridurre i costi della rosa. Cosa farà il Milan? Proporrà ugualmente il prolungamento dell'intesa al giocatore ma al tempo stesso gli chiederà un piccolo sacrificio: tagliare l'ingaggio, sia pure di poco, ma abbassarlo perché i conti questo impongono. Ovvero, un ‘atto d'amore' da parte del calciatore nei confronti del club. Mino Raiola permettendo.