Manca solo l'ufficialità e poi Diego Demme diventerà a tutti gli effetti un nuovo giocatore del Napoli. Trattativa chiusa tra il club partenopeo e l'RB Lipsia che ha accettato l'offerta di 12 milioni di euro più bonus, lasciando partire il ragazzo. Perché i tedeschi hanno ceduto il centrocampista, dopo che nella scorsa estate dissero di no alla Fiorentina? La Bild ha fatto il punto sulle motivazioni che hanno spinto il Lipsia al sì agli azzurri.

Diego Demme al Napoli, il centrocampista ha spinto per lasciare l'RB Lipsia

Trattativa molto veloce quella tra il Napoli e il Lipsia per Diego Demme, considerato inizialmente una possibile alternativa a Lobotka (adesso potrebbe arrivare anche lo slovacco, visto che si continua a trattare con i galiziani). Il club partenopeo è riuscito subito a chiudere per il giocatore tedesco di origini napoletane, convinto anche con un contratto quadriennale di 2 milioni di euro netti a stagione, con un bonus di 500mila euro. Il doppio di quanto percepito in Germania.

Perché il Lipsia ha ceduto Diego Demme al Napoli

Demme, titolare dell'RB Lipsia come dimostrano le 24 presenze stagionali, secondo la Bild ha avuto subito il via libera sul mercato dall'allenatore Nagelsmann e dal direttore sportivo Krösche. Avrebbe invece preferito tenerlo almeno fino a giugno, il presidente del club Oliver Mintzlaff, soprattutto dopo il no alla Fiorentina della scorsa estate. In quell'occasione i tedeschi chiesero a Demme di restate, con la prospettiva magari di aspettare un'offerta migliore. Adesso anche alla luce della volontà del ragazzo di trasferirsi al Napoli (il papà lo ha chiamato Diego proprio come il suo idolo Maradona) è arrivato l'ok definitivo alla cessione. Queste le parole del numero uno del Lipsia: "Diego può realizzare un grande sogno ed è un affare per noi finanziariamente"

Il Lipsia e le alternative a Lemme a centrocampo

D'altronde a spingere il Lipsia alla cessione di Demme c'è anche la possibilità di puntare su diverse alternative in mediana, nonostante le condizioni non ottimali di Kampl, Adams e soprattutto Haidara reduce dalla rottura del legamento crociato. Mister Nagelsmann dovrà in primis nominare un nuovo vice-capitano, visto che Demme insieme a Poulsen ha ricoperto questo incarico dopo l'assenza di Orban

Lipsia, nessun sostituto di Demme sul mercato nonostante l'interesse per Henrichs

Al momento dunque è da scongiurare un ritorno sul mercato per il Lipsia, anche se c'è già un obiettivo nel mirino dell'RB si tratta di Benjamin Henrichs, talento classe 1997 ex Bayer Leverkusen in forza al Monaco. Al momento però non c'è la volontà di offrire i 25 milioni richiesti per il calciatore, nonostante il tesoretto di 12 milioni ottenuto dalla cessione di Diego Demme