Il suo nome è stato accostato a diverse panchine in vista della prossima stagione. Roberto De Zerbi alla fine ha scelto di restare al Sassuolo, pronto a condividere con il patron Squinzi un progetto ambizioso. La volontà è quella di non accontentarsi della salvezza ma puntare all'Europa, replicando magari l'eccezionale cavalcata Champions dell'Atalanta. Il giovane allenatore bresciano a tal proposito si augura di continuare a lavorare con i "big" neroverdi, con la possibilità di puntare su innesti importanti in sede di mercato.

Roberto De Zerbi resta al Sassuolo

Il futuro di Roberto De Zerbi sarà ancora al Sassuolo. Il tecnico classe 1979 in occasione della presentazione Mapei Football Center', nuovo centro sportivo del Sassuolo, è intervenuto ai microfoni di Sky, per parlare del suo futuro. Nessun dubbio sulla permanenza a Reggio Emilia, nonostante le voci relative all'interesse di Lazio (prima della conferma di Inzaghi), Milan e Roma: "Alla fine resto al Sassuolo? Sì, e la mia idea è sempre stata quella di migliorare la squadra, sia sul mercato che in campo giorno dopo giorno. Alcune voci erano vere, altre sono state inventate. Gli interessamenti fanno piacere ma sono felice qui".

De Zerbi sogna la Champions con il Sassuolo

E De Zerbi è intrigato dalla possibilità di condividere un progetto ambizioso con il patron Squinzi, con il sogno di ripetere l'exploit dell'Atalanta e conquistare la Champions: "L'ambizione di Squinzi si sposa con la mia, non sono traguardi possibili da raggiungere subito, ma se si avrà' coraggio anche sotto il profilo economico nei prossimi anni ce la potremo fare. Noi come l'Atalanta? Tutto passa attraverso il lavoro. Servono anche le idee chiare e vogliamo migliorarci".

Sensi e Demiral, le ultime notizie di calciomercato sul Sassuolo di De Zerbi

E per puntare alla Champions bisognerà inevitabilmente rinforzare la squadra. A tal proposito De Zerbi si augura in primis di non perdere due pedine come Sensi e Demiral: "Vogliamo capire chi vorrà andare via e chi invece è motivato a restare. Vedremo poi come aggiungere qualità nella rosa. Vogliamo diminuire il gap con quelle che ci sono arrivate davanti. Sensi? Mi aspetto una telefonata dopo la partita di domani con la Nazionale e spero mi dica che vuole rimanere. Lui ha la capacità di giocare le competizioni europee ma sa che qui si diverte ed è stimato sotto tutti i punti di vista. Vale lo stesso discorso per Boateng e per tutti quelli che hanno mercato. Demiral alla Juve? Non lo so. Mi piacerebbe averlo con me anche l'anno prossimo"