Io sono affezionato a Koulibaly e non l'ho venduto neanche per 150 milioni, poi arriverà un momento in cui Koulibaly bisognerà venderlo per forza.

Sono queste le parole usate dal presidente del Napoli, Aurelio De Laureentiis, a margine della firma della convenzione con il Comune per lo stadio San Paolo, che mettono paura ai tifosi campani per il futuro di Kalidou Koulibaly. Il numero uno del club azzurro si è soffermato sulla situazione di Carlo Ancelotti e dei pezzi più pregiati della sua rosa, ovvero Lorenzo Insigne, Dries Mertens e quella del centrale senegalese, che è stato un pilastro della squadra partenopea ma che, secondo quanto ha detto DeLa in mattinata, potrebbe presto essere ceduto.

Intanto Koulibaly è rientrato ieri dall'impegno con la nazionale e sarà certamente protagonista nella gara contro il Verona di sabato sera al San Paolo: la prima parte di stagione non è stata esaltante ma l’obiettivo del difensore senegalese è quello di raggiungere gli standard di rendimento abituali, dal punto di vista fisico e mentale.

Koulibaly tra rinnovo del contratto, pretendenti e valore di mercato

Kalidouy Koulibaly è legato al Napoli con un contratto fino al 2023 ma la scorsa primavera si era parlato di un prolungamento di un altro anno (2024), di un ingaggio che potrebbe passare da 3 a 7 milioni di euro netti a stagione e di clausola rescissoria valida solo per l’estero di 150 milioni di euro. Il suo valore di mercato attuale, secondo Transfermarkt, è di 75 milioni di euro ma è difficile credere che il Napoli, attualmente, accetterebbe un'offerta inferiore ai 100. Tante sono le squadre in questi ultimi mesi hanno messo gli occhi su KK: l'elenco è lungo e va dal Manchester United al Paris Saint Germain, dal Bayern Monaco fino alla Juventus. 

DeLa: Ruiz? Se pago uno 30 milioni vuol dire che vale

Il presidente del Napoli ha parlato anche della corte serrata di Real Madrid e Barcellona nei confronti di Fabian Ruiz, il centrocampista spagnolo che diventato subito un idolo del San Paolo:

Se io mi convinco a pagare uno che è sconosciuto 30 milioni non sono nato ieri. Chiaramente il giocatore vale. Abbiamo Fabian Ruiz ma chissà quanti altri ne troveremo, la porta è sempre aperta non bisogna mai affezionarsi a un giocatore.