Invecchiare fa male? Dipende, perché se lo si fa attraverso una "app" può anche essere divertente. E' ciò che sta accadendo nel mondo del web e dei social network dove una applicazione particolare, "Faceapp" sta spopolando coinvolgendo anche il mondo del calcio con i suoi protagonisti. In pratica, utilizzando speciali filtri e algoritmi, l'applicazione del momento rende il volto delle foto con 30 o 40 anni in più in maniera più che realistica. E così, anche i calciatori si sono divertiti a diventare improvvisamente più vecchi e in alcuni casi, più buffi.

"Nonno" Papu

Ovviamente, tra i primi a dare a tutti il risultato online dell'"invecchiamento" improvviso non è mancato il Papu Gomez che non perde mai l'occasione di divertirsi sui social. E con ‘Faceapp' si è dato da fare subito, prendendo una fotografia di se stesso durante gli allenamenti estivi, applicando il filtro e mostrandosi più vecchio di almeno 30 anni mentre corre. Commento? "Dicono che il ritiro fa bene…"

Il calcio che ‘invecchia': da Petagna a Pinilla

Dal capitano dell'Atalanta ad un ex della Dea, Petagna che oggi gioca come punta della Spal. Anche lui approfitta del ritiro estivo e della fatica di allenarsi a luglio: “Quanto manca alla fine del ritiro?”, il commento dell’attaccante della Spal su Instagram con il volto di un settantenne. A rispondergli proprio il Papu: “Stai pagando le sere a Ibiza!”. A divertirsi anche famosi ex che hanno attaccato le scarpette al chiodo, come Mauricio Pinilla altro bomber d'area di rigore che si è divertito a riprendersi da anziano signore. Il risultato sta nel commento dello stesso attaccante: "Mi aspettavo qualcosa di meglio per la mia vecchiaia…". 

Il Napoli si diverte con Mertens, Insigne e Callejon

Ma c'è chi ha pagato pegno inconsapevolmente, diventando ‘vittima' dell'applicazione e del suo utilizzo. Si tratta di Dires Mertens il belga del Napoli che è stato ‘modificato' a 60 anni dall'account spagnolo del club partenopeo su Instagram, per il divertimento di tutti, anche di Insigne. Il capitano del Napoli è stato più acconsenziente strizzando l'occhio soddisfatto dai suoi 70 anni virtuali. Stesso sorriso, stessa maglia, stesso risultato anche per Callejon che da ‘nonno' canuto se la ride davanti all'obbiettivo.

Anche il calcio femminile è presente

Infine, una menzione speciale arriva ancora una volta dal calcio femminile. A utilizzare ‘Faceapp' per rilanciare la sfida della crescita del calcio femminile e dell'approdo al professionismo è l’ex calciatrice oggi commentatrice Katia Serra, che è anche responsabile del calcio femminile nell’AIC. Invecchiata di oltre 30 anni commenta: "Dite che diventerò vecchia aspettando il professionismo nel calcio femminile?".