La 14esima giornata di Serie A è già iniziata con le gare giocate negli anticipi di ieri. Giunti in questa domenica in cui ad essere impegnate saranno soprattutto le big, ecco che a fare la differenza, nei primi turni, sono stati i cartellini. Ne abbiamo visti tanti rossi (vedi Olsen e Lapadula in Lecce-Cagliari) ma anche diversi gialli. Abbiamo dunque provato a stilare una top 5 dei giocatori che in questa prima parte di campionato hanno ricevuto il maggior numero di cartellini gialli, risultando i più cattivi del campionato. Come rossi, al primo posto c’è Calabria che ne ha totalizzati 2, ma per quanto riguarda le ammonizioni, è Romero del Genoa che guida la classifica seguito da altri insospettabili troppo spesso accomunati dal vizietto del fallo che spesso gli costa anche la squalifica per diverse giornate.

Romero e Bani i più ‘cattivi’ del campionato

Detto di Calabria che per numero di cartellini rossi in questo campionato (2), si trova al primo posto, per quanto riguarda invece le ammonizioni, i più ‘cattivi’ in questo senso sono il difensore del Genoa, Romero, di proprietà della Juventus e il centrale del Bologna, quel Bani che tanto sta facendo bene in questa prima parte di stagione. Rispettivamente, dopo 11 e 10 gare giocate, i due hanno totalizzato un numero pari a 6 cartellini gialli. Un dato molto alto se consideriamo che si tratta della metà delle gare giocate dai due. Servirebbe più temperamento prima di affrontare un avversario e ragionare tirando prima la gamba se non si vuole rischiare poi di saltare il prossimo impegno.

Per Danilo 5 gialli in 7 partite

Un altro difensore che in vece ci ha sorpreso in negativo, viene ancora dal Bologna, che si conferma una delle squadre più ‘cattive’ del campionato (anche se in buona compagnia). Stiamo parlando del brasiliano Danilo che da sempre si è distinto come uno dei centrali più decisi negli interventi contro gli avversari. E non si sta smentendo neanche in questa stagione con ben 5 gialli sventolati davanti ai suoi occhi in sole 7 partite. Praticamente una media di quasi un’ammonizione a partita che ormai sta costringendo Mihajlovic a cambiare spesso assetto tattico e di uomini nella sua retroguardia.

Pulgar, Castrovilli e Pezzella: il giallo per la Fiorentina è un rituale

Chi invece sta facendo dannare una squadra intera è la Fiorentina. La Viola infatti, che sta inanellando troppi stop consecutivi dopo un filotto di risultati postitivi raggiunti soprattutto tra la metà di ottobre e l’inizio di novembre, vede diversi suoi giocatori inseriti in questa strana e originale top 5. Sono infatti bene 3 i giocatori della Fiorentina che hanno subito un bel pò di cartellini gialli. Ben 5 per la precisione per Pulgar, Castrovilli e Pezzella. In 12 gare totali per i tre, l’ammonizione è stata quasi un rituale e non è stato facile neanche per il tecnico Montella limitarli dato che due per il centrocampo e uno per la difesa, giocano in zone nevralgiche del campo e dunque a rischio rosso. Bisognerà attendere un pochino se non si vuole incorrere in provvedimenti molto più seri.

La Spal schiera ben 4 giocatori con 5 gialli

Ma c’è addirittura chi sta peggio dei toscani. Già, perché non lontani dalla bella Firenze, anche Ferrara e precisamente la Spal, può vantare un primato di tutto rispetto che sicuramente non fa piacere ai ragazzi di Semplici. Sono infatti ben 4 i giocatori, inseriti nella classifica generale dei gialli. Ben 5 ammonizioni dunque per Igor, Tomovic, Missiroli e Cionek. Niente di così grave, intendiamoci, ma di certo la situazione di classifica attuale di Petagna e compagni non fa dormire sonni tranquilli a nessuno e questi gialli di troppo ora lo stanno testimoniando in modo davvero forte.