Sedici gol in campionato, 18 nel complesso conteggiando anche i due in Champions. Contro il Parma Cristiano Ronaldo ha realizzato la rete del vantaggio e aggiunto un'altra tacca al proprio cinturone di record e soddisfazioni. Questa volta il dato statistico avvicina CR7 a una delle leggende della storia bianconera si tratta di David Trezeguet: il campione portoghese ha scritto il proprio nome in calce al tabellino in sette presenze consecutive in Serie A. L'ultimo giocatore della Juventus a riuscirci fu David Trezeguet nel dicembre 2005 (9 in quel caso, come riporta un dato della Opta).

Messi come Ronaldo: 432 gol segnati nei top 5 campionati d'Europa

CR7 superstar, quindi. Anche nel confronto a distanza con Lionel Messi che ha faticato a trovare la vita della rete contro il Granada, salvo pescare il jolly nella fase cruciale della ripresa. Una statistica ha piazzato per oltre un'ora l'attaccante lusitano davanti alla stella blaugrana quanto a numero di gol segnati tenendo conto di quanto effettuato dai più importanti ed efficaci calciatori nei cinque maggiori campionati d'Europa.

  • Conti alla mano, Ronaldo ha lasciato alle spalle la pulce argentina che nella Liga ha realizzato 431 gol. Almeno fino a quale il "dieci" catalano non ha rotto il ghiaccio toccando quota 432 eguagliando il conteggio del portoghese che annovera nel proprio palmares l'esperienza nel campionato spagnolo (con le merengues), quella in Premier League (al Manchester United) e adesso in Serie A con la Juventus. La somma? Eccola: 311 nella Liga + 84 nella Premier League + 37 nella Serie A = 432.
  • Non basta, c'è ancora un numero da prendere in considerazione: Cristiano Ronaldo è l'unico giocatore ad aver segnato almeno 15 gol in tutte le ultime 14 stagioni di campionati europei (dal 2006/2007, 414 gol in totale in questo periodo).

Doppietta di CR7, Juve a +4 sull'Inter in classifica

Serata di grazia per l'ex stella del Real Madrid: sua la marcatura del vantaggio, sua la zampata che arriva poco dopo il momentaneo pareggio di Cornelius. Un fulmine a ciel sereno per la Juve a caccia di un successo che le consente di andare in fuga in vetta alla classifica approfittando del mezzo passo falso dell'Inter a Lecce (nerazzurri bloccati sul risultato di 1-1). Sono 4 i punti di vantaggio (51 vs 47) sulla squadra di Antonio Conte e con il beneficio degli scontri diretti a favore (per il 2-1 nel girone di andata).