Il ‘caso', semmai ce ne fosse stato uno, è chiuso. Mistero risolto: Cristiano Ronaldo e la Juventus (intesa come club ma anche come gruppo) non hanno alcun problema e lo dimostreranno – al di là delle ultime chiacchiere e speculazioni arrivate dal ritiro della nazionale – con i fatti. In settimana sarà organizzata una serata a cena tutti insieme, per chiudere l'argomento caldo in questi giorni scaturito dall'accenno di rabbia per la sostituzione contro il Milan che l'aveva portato ad abbandonare lo Stadium ancora prima del triplice fischio finale.

Cena e incontro con Sarri

Proprio in vista della ripresa degli allenamenti e del campionato, Cr7 avrebbe deciso di porre la parola fine sulle tante voci attorno a sé e al club bianconero. Inviterà tutti i propri compagni per rinsaldare le fila, chiedendo indirettamente scusa del proprio atteggiamento al gruppo e mercoledì, è già stato messo in programma l'incontro con Maurizio Sarri, per la ripresa degli allenamenti. Tutto è nato durante il ritiro del Portogallo, quando CR7 ha sentito alcuni compagni e ha organizzato la cena prima del match con l'Atalanta che si giocherà sabato sera.

Le ultime voci dal ritiro portoghese

Proprio dal ritiro lusitano, erano arrivate nuove notizie sui rapporti tra Cr7 e la Juventus. Si è parlato di tensioni, di incomprensioni, di situazioni da risolvere perché ne stavano creando un caso di spogliatoio. Invece, tutto è rientrato soprattutto polemiche e speculazioni sterili. E' vero, contro il Milan c'è stata la sostituzione e il gesto poco rispettoso del portoghese, poi le dichiarazioni di Sarri, il silenzio di Cr7, infine le dichiarazioni dello staff medico portoghese che smentiva problemi fisici.

Come sta Cr7, giocherà contro l'Atalanta

Adesso, tutto è rientrato merito anche della prestazione maiuscola del Portogallo nelle qualificazioni a Euro 2020 che ha riportato il sorriso anche sul volto di Cristiano. Sta bene, eventuali problemi fisici appaiono decisamente superati e contro l'Atalanta sarà regolarmente a disposizione: Sarri lo inserirà dal primo minuto della partita, evitando nuovi malumori. Si vedrà poi, se anche nel corso del match di sabato il portoghese verrà sostituto o uscirà insieme ai suoi compagni al 90′.