Non esistono calciatori infallibili dagli undici metri. I rigori li hanno sbagliati tutti, è successo pure a Maradona in un Mondiale e a Cristiano Ronaldo in una finale di Champions. Fino a oggi però c'era un calciatore con uno score perfetto: 12 tiri dal dischetto e 12 gol, ma in Fiorentina-Genoa Criscito non è riuscito a trasformare il penalty e la sua serie perfetta è svanita. Primo errore alla tredicesima conclusione.

12 rigori e 12 gol, la serie perfetta di Criscito

Quando giocava in Russia Domenico Criscito era diventato rigorista. Con lo Zenit ne ha calciati sette, il primo contro la Dinamo Mosca nella stagione 2015-2016, poi ha fatto gol dal dischetto contro Rubin Kazan, l'AZ Alkmaar in Europa League, lo Spartak Mosca, l'Arsenal Tula, l'FK UFA e di nuovo la Dinamo Mosca. Poi dopo il ritorno al Genoa era diventato il rigorista dei Grifoni: cinque conclusioni e cinque reti contro Cagliari, Imolese in Coppa Italia, Roma, Atalanta e Lecce.

Il 13esimo rigore è stato fatale per la serie record di Criscito

La Fiorentina parte molto meglio, ha due chiare occasioni da gol nei primi minuti, ma il Genoa con il tempo prende le misure bloccando soprattutto la principale fonte di gioco, Castrovilli, e con un lancio lungo dalla difesa innesca Favilli che entra in area di rigore dove viene steso da Pezzella, autore di un fallo sciocco e ammonito. Criscito è teso quando calcia, sente anche il peso dell'ultimo posto in classifica, sceglie la via centrale, Dragowski battezza un angolo ma neutralizza con il piedone la conclusione. Il portiere polacco è un autentico specialista. Per Dragowski questo è il terzo calcio di rigore parato in Serie A, gli altri li ha neutralizzati a Icardi (in Inter-Empoli) e Caicedo (Fiorentina-Lazio). La serie di rigori segnati di Criscito è finita in Fiorentina-Genoa.