In attesa di vedere se davvero Roberto Mancini diventerà il Commissario Tecnico della Nazionale, l’accordo tra la Federazione e l’allenatore marchigiano è stato raggiunto, ma per ora manca l’ok dello Zenit che potrebbe anche decidere di non liberare il ‘Mancio’, si avviano a un ruolo in Federcalcio anche due ex grandi centrocampisti del Milan: Massimo Ambrosini e Andrea Pirlo, che lo è stato anche della Juventus. I due hanno incontrato oggi a Roma il vice commissario della Figc Alessandro Costacurta.

Quella di oggi potrebbe essere una giornata molto importante per il futuro della Nazionale maggiore e anche dell’Under 21. Perché nella sede della Figc di Via Allegri c’è stato un colloquio durato circa 50 minuti tra Alessandro Costacurta, vice commissario, Massimo Ambrosini e Andrea Pirlo. Sul tavolo temi importanti perché a entrambi l’ex difensore del Milan ha proposto un ruolo in Federazione.

A Massimo Ambrosini è stato offerto il ruolo di capo delegazione della Nazionale Under 21, un ruolo molto importante considerato che nel 2019 l’Italia organizzerà l’Europeo di categoria, che cercherà di vincere per la prima volta dopo quindici anni. Ambrosini diventerebbe una figura centrale anche nell’organizzazione della manifestazione. Tra l’altro Costacuta è già il presidente del Comitato organizzatore dell’Europeo Under 21, fu nominato un anno fa dall’ex presidente federale Tavecchio.

Per quanto riguarda Pirlo si parla di un inserimento del ‘Maestro’ nello staff tecnico della Nazionale maggiore. Dunque un ruolo di campo per l’ex giocatore del New York City che lunedì 21 maggio darà il suo addio al calcio in un grande happening a San Siro. Il suo arrivo nello staff tecnico pareva certo in caso di Ancelotti c.t., ma a questo punto dovrebbe esserci anche se il nuovo selezionatore sarà Mancini.