Cosa rischia il Verona dopo i cori razzisti al bomber del Brescia Mario Balotelli? Il caso andato in scena allo stadio Bentegodi nella domenica dell'undicesima giornata di Serie A potrebbe chiudersi con un'ammenda nei confronti della società scaligera, che potrebbe così scongiurare conseguenze più pesanti, compresa quella della chiusura della curva. Il motivo è legato al report dell'ispettore federale presente sotto il settore degli ultrà dell'Hellas che ha annotato: "Erano solo una quindicina, oltretutto dal resto della curva è partito anche qualche applauso per Balotelli"

Cori razzisti a Balotelli in Verona-Brescia, il report dell'ispettore federale

Tanto rumore per nulla (o quasi). Potrebbe chiudersi infatti con una semplice ammenda per la società Hellas Verona, il caso dei cori razzisti nei confronti di Mario Balotelli nel corso dell'ultimo match di campionato contro il Brescia. L'ispettore federale piazzato sotto il settore degli ultrà della squadra di casa ha così descritto gli ululati indirizzati al centravanti di colore: "Erano solo una quindicina, oltretutto dal resto della curva è partito anche qualche applauso per Balotelli". Il numero circoscritto dei protagonisti degli insulti beceri potrebbe ridimensionare i provvedimenti, escludendo sanzioni esemplari come la chiusura delle curve.

Cori razzisti da parte di una quindicina di tifosi del Verona, cosa rischia l'Hellas. L'articolo 28 del codice di Giustizia sportiva

Sarà il Giudice sportivo Gerardo Mastrandrea dunque a decidere come sanzionare gli ululati razzisti nei confronti di Balotelli. Quello che è certo è che non resteranno impuniti, anche se il provvedimento, nonostante la richiesta di "mano pesante" da parte di tutti gli addetti ai lavori, potrebbe essere comunque leggero. Il report dell'ispettore federale, che ha circoscritto i responsabili ad una quindicina di persone, potrebbe portare solo ad un'ammenda nei confronti del Verona. Secondo quanto riportato infatti nell'articolo 28 del Codice di giustizia sportiva le società sono "responsabili per cori, grida e ogni altra manifestazione che siano, per dimensione e percezione reale del fenomeno, espressione di discriminazione". In questo caso dunque i protagonisti del gesto becero sono troppo pochi per ipotizzare una punizione esemplare per club e curva.

Cosa rischia il Verona per i buu razzisti di una quindicina di tifosi contro Balotelli

Il Verona potrebbe essere sanzionato con un'ammenda, e non con la chiusura del settore per le prossime gare, anche se è possibile che il Giudice sportivo chieda alla Procura federale un supplemento d'indagine. Il tutto anche per verificare se l'Hellas collabori effettivamente all'individuazione dei "pochi" responsabili tra i propri ultrà (fanno discutere a tal proposito le dichiarazioni del capo della tifoseria organizzata Castellini). Una situazione simile a quella relativa a Sampdoria-Roma, con i soliti buu razzisti nei confronti di Vieira.