In questi giorni l’intreccio tra calcio e politica è molto forte. I calciatori della nazionale della Turchia hanno mostrato nelle ultime due partite di Qualificazione a Euro 2020 il proprio sostegno al presidente Erdogan. Dall’altra parte del mondo si è disputata una partita, che non si giocava da 29 anni, e che non è mai banale quella tra Corea del Nord e Corea del Sud, una partita invisibile, che è terminata sul punteggio di 0 a 0.

Il derby senza tifosi e giornalisti della Corea Sud

Lo stato della Corea del Nord non ha autorizzato il viaggio di tifosi e giornalisti sudcoreani per la partita, la notizia l’aveva data in anteprima l’agenzia di stampa Yonhap. Da Seul c’era chi sperava in una partita aperta a tutti ma non è stato così. Esclusi anche giornalisti di paesi terzi. All’incontro ha assistito dal vivo anche il presidente FIFA Gianni Infantino. La partita non è stata trasmessa in diretta tv nemmeno in Corea del Sud. I coreani del Nord hanno filmato l’incontro e hanno fatto sapere che un dvd dell’incontro verrà dato ai ‘cugini’ del Sud al termine della partita stessa, così in differita a Seul gli appassionati potranno vedere l’incontro, dopo aver avuto solo aggiornamenti parziali sul sito della FIFA o dell’AFC, la Confederazione asiatica. Il precedente incontro della Corea del Nord con il Libano è stato trasmesso ventiquattr’ore dopo. Il derby è terminato sul punteggio di 0-0, le due squadre erano reduci da due successi a testa e così restano al comando, appaiate, del Gruppo J con 7 punti (passa la prima). In campo anche il giocatore della Juventus Under 23 Han.

Le restrizioni per i calciatori della Corea del Sud

I giocatori della nazionale della Corea del Sud hanno ricevuto una serie di restrizioni, non hanno potuto portare calze, maglie e tute della Nike o computer, tablet e smartphone Apple, per via delle sanzioni americane alla Corea del Nord. I rapporti tra i due paesi sono ai minimi termini dopo lo stallo dei negoziati tra Pyongyang e Washington sulla questione nucleare e le esercitazioni militari congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud.