Ventiquattro ore dopo la vittoria del Napoli sull'Inter, la seconda semifinale d'andata di Coppa Italia tra Milan e Juventus si è chiusa con un pareggio, che sposta il verdetto finale al ritorno: in programma allo Stadium di Torino il prossimo 4 marzo. Dopo la sconfitta nel derby, la squadra di Pioli ha giocato meglio della Juventus, ma è dovuta uscire dal campo a testa bassa e fermata dai campioni d'Italia con un gol al 90esimo: un rigore assegnato dal Var e realizzato da Cristiano Ronaldo. Per la semifinale di ritorno, il Milan non potrà contare su Ibrahimovic, Theo Hernandez e Castillejo: tutti e tre squalificati.

Il Milan domina ma non sfonda

A pochi giorni dalla disfatta nel derby, il Milan cerca di risollevarsi nella semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Pioli manda in campo 10 degli 11 giocatori visti contro l'Inter, ad eccezione di Calabria che prende il posto di Conti. La Juventus si presenta invece in campo con Ramsey e Cuadrado, dietro alla coppia Dybala-Ronaldo. Higuain è in panchina insieme a Sarri. I primi 45 minuti sono quasi tutti di marca milanista. Il Diavolo è aggressivo come nel primo tempo del derby, intasa gli spazi a centrocampo ed è bravo a proporsi soprattutto sulla fascia sinistra con Theo Hernandez. Le occasioni più importanti arrivano da un tiro a lato di poco di Kessie e da due conclusioni di Rebic e Calabria, sulle quali è attento Buffon. La Juventus produce poco e l'unico squillo arriva al 36esimo su un destro di Cuadrado, non trattenuto da Donnarumma.

CR7 risponde a Rebic

Anche i primi minuti della ripresa vedono la Juventus soffrire la vivacità dell'avversario, e a tenere in piedi la squadra di Sarri è infatti ancora Buffon: decisivo al 47esimo sulla botta ravvicinata ancora di Rebic, e poco più tardi sui tiri di Ibrahimovic e Theo Hernandez. I bianconeri faticano ad arrivare dalle parti di Donnarumma e non riescono ad alimentare Cristiano Ronaldo: sempre raddoppiato e triplicato dai giocatori di Pioli. Dopo averlo sfiorato in più occasioni, il Diavolo passa al 62esimo: cross morbido di Castillejo e sinistro vincente di Rebic. Sarri corre subito ai ripari e lancia in campo Bentancur, Higuain e Rabiot: quest'ultimo dentro al terreno di gioco dopo l'espulsione di Theo Hernandez. Il forcing finale dei campioni d'Italia porta così al rigore (assegnato dal Var) realizzato al 90esimo di Cristiano Ronaldo: gol che manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1

Il tabellino di Milan-Juventus

MILAN (4-2-3-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Castillejo (35′ st Saelemaekers), Calhanoglu (42′ st Paquetá), Rebic (29′ st Laxalt); Ibrahimovic. A disp.: Begovic, A. Donnarumma, Gabbia, Musacchio, Bonaventura, Brescianini, Leao, Maldini. All.: Pioli.

JUVE (4-3-3): Buffon; De Sciglio (24′ st Higuain), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey (18′ st Bentancur), Pjanic, Matuidi (28′ st Rabiot); Cuadrado, Dybala, Ronaldo. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Danilo, Wesley, Rugani, Coccolo, Olivieri. All.: Sarri.

ARBITRO: Valeri di Roma.

MARCATORI: 16′ st Rebic (M), 46′ st Ronaldo (J).

NOTE: Espulso al 26′ st Hernandez (M), per somma di ammonizioni. Ammoniti: Pioli, Ibrahimovic, Kessie, Castillejo, Calabria (M); Ramsey (J). Recupero: 1′ pt, 6′ st.