Due ‘gialli' pesanti e una espulsione. Il ‘bilancio' di Valeri in Milan-Juventus ha punito severamente i rossoneri che si sono visti ‘togliere' per il match di ritorno in Coppa Italia che si disputerà a Torino, tre giocatori fondamentali per gli schemi di Stefano Pioli: Theo Hernandez, Ibrahimovic e Castillejo. Così, ciò che già si sapeva per regolamento – tutti e tre i giocatori del Milan partivano da diffidati – è puntualmente stato ufficializzato dalle decisioni del Giudice Sportivo: una giornata di squalifica.

Dunque, i rossoneri dovranno ricorrere ai ripari così come Stefano Pioli, furioso a fine partita anche per questo tipo di atteggiamento da parte di un arbitro che nella concitazione del momento ha alzato un cartellino giallo anche nei confronti del tecnico. Il Milan dovrà rivedere l'undici iniziale proprio nel momento in cui si stava dando un equilibrio complessivo di non poco conto. I tre giocatori in questione, infatti, non sono considerati secondari dall'allenatore, anzi.

Tre pedine importanti

Il ‘peso' di Ibrahimovic è indiscutibile, tanto che lo svedese in avanti è riuscito a dare un senso prima alla stagione di Leao (subito in gol con l'ex Los Angeles) e poi di Rebic. Su Theo Hernandez, stesso discorso: l'esterno arrivato in estate si è rivelato forse l'acquisto migliore del Milan con un impatto in squadra importante a tal punto da esserne diventato il primo goleador. Sullo spagnolo Castillejo, invece, si tratta di una rinascita: Pioli lo utilizza come esterno alto nel trio di trequartisti a riporto della punta, con buonissimi risultati.

Giudice Sportivo: una giornata ai tre rossoneri

HERNANDEZ Theo Bernard (Milan): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario
CASTILLEJO AZUAGA Samuel (Milan): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato (Seconda sanzione)
IBRAHIMOVIC Zlatan (Milan): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Seconda sanzione)

I ‘cartellini' di Valeri

Sulle sanzioni di Valeri, ci sono state polemiche. C'è chi ha visto un chirurgico disegno per decimare il Milan ma tutto sommato, i cartellini sono stati giustificati. Ibrahimovic si è reso colpevole di una manata a centrocampo sotto gli occhi del direttore di gara; Castillejo ha reagito in modo scomposto davanti ad un fallo fischiatogli (ingiustamente) contro; Theo Hernandez (già ammonito) ha protestato per un altro fallo ricevendo il secondo cartellino e il ‘rosso' finale.