E alla fine ha vinto da solo anche la Copa Libertadores: Gabriel Barbosa, attaccante del Flamengo ha segnato i due gol decisivi nella finale contro il River Plate, regalando ai rossoneri brasiliani il titolo più prestigioso del Sud America. In svantaggio per quasi tutto il match il Flamengo ha rialzato il capo proprio nel finale quando in tre minuti Gabriel Barbosa ha siglato la doppietta decisiva.

Una notte magica che corona una stagione a dir poco straordinaria: Gabigol è tornato, devastante, determinante, come ai tempi in cui l'Inter fece il diavolo a quattro per acquistarlo dal Santos alla cifra di 30 milioni di euro. Oggi, Gabriel Barbosa è il nuovo eroe del calcio brasiliano, capace di stendere in tre minuti il River Plate, campione uscente, in finale di Copa con una doppietta che è già storia.

Vantaggio River: Borre

Una gara in salita per i rossoneri che devono rincorrere per tutto il match la rete del River, siglata  grazie ad uno svarione difensivo del Flamengo con Borre che ne approfitta e segna dopo soli 14 minuti il gol che sembra aprire le porte del paradiso agli argentini. Che però non sfondano, con il Flamengo che resta in partita fino al convulso finale dove accade di tutto.

Gabi-show: due reti in tre minuti

Prima c'è lo show di Gabriel Barbosa che riesce a pareggiare all'89' agganciando un pallone che arriva dalla sinistra grazie allo spunto di Arrascaeda che libera il compagno per il più facile dei tocchi. Poi, il raddoppio, in pieno recupero, al 92′ quando Gabigol aggancia un pallone vagante al limite dell'area argentina, lo controlla per scaricare il sinistro che non lascia scampo ad Armani, per l'esplosione della gioia dei tifosi brasiliani.

Il finale incandescente: rissa ed espulsioni

Poi, accade di tutto in un finale incandescente dove il River non ci sta alla beffa e perde la testa. Al  93′ Palacios si fa espellere per un calcio da dietro ad un avversario. Gesto che infiamma gli animi per una parapiglia e schermaglie che coinvolgono giocatori in campo e panchine, fino ad un altro rosso, questa volta a Gabigol che macchia la propria prestazione ma che non frena la gioia di aver dimostrato al mondo di essere un giocatore decisivo.

Quanto vale adesso Gabigol e perché festeggia anche l'Inter

Gabigol è ancora un giocatore dell'Inter. Mentre i nerazzurri imperversavano a Torino (3-0) con le reti di Lautaro e Lukaku, il brasiliano in contemporanea stabiliva le distanze al River. Con due gol che ne stanno rilanciando il nome ancora una volta nel firmamento internazionale, con numeri e statistiche da brivido. Il cartellino, al momento dell'acquisto, valeva 30 milioni di euro. Poi, colpa della negativa parentesi all'Inter e dei prestiti non esaltanti al Benfica prima e al Santos poi, era sceso attorno ai 15 milioni. Adesso, con il campionato vinto e la Copa Libertadores alzata al cielo grazie ai propri gol, Gabriel Barbosa è tornato ad essere un fenomeno da 40 milioni e più.