Chi è causa del suo male pianga sé stesso. Un antico adagio valido anche per la Lazio capace, con le sue prime quattro gare d’Europa League, di infilarsi in un vicolo cieco quasi irreversibile. Per tentare di tenere vive chance di qualificazione, infatti, i biancocelesti devono mettere insieme 6 punti nelle ultime due gare e sperare nella collaborazione di un Celtic Glasgow primo e ormai già qualificato. Insomma, una condizione non proprio invidiabile, specie perché i ragazzi di Inzaghi, in tutti i ko collezionati, si sono fatti rimontare dopo positivi avvii di gara. E così, a poche ore dalla sfida dell’Olimpico, ecco tutte le combinazioni possibili contro i rumeni del Cluj.

La classifica di Europa League della Lazio
in foto: La classifica di Europa League della Lazio

Tutto aperto in caso di vittoria, ma occorre ribaltare il 2-1 subito all’andata

Il successo è l’unica strada da percorrere per proseguire il cammino internazionale in casa Lazio. Vincere contro il Cluj stasera (diretta alle ore 21 su Sky Sport 1 e su Tv8, canale 8 del digitale terrestre) però, potrebbe non bastare. C’è infatti da ribaltare il 2-1 subito in Romania all’andata con un risultato di 1-0 o con una affermazione convincente con un margine di vantaggio di 2 o più gol. In questo modo, tutto riaperto in attesa dell’ultima sfida, al Rennes già eliminato, il 12 dicembre prossimo. Dove il Celtic, già qualificato, deve avere la meglio sul Cluj per concedere il pass ai biancocelesti. Una evenienza, dunque, improbabile ma ancora nelle corde del gruppo E.

  • Celtic Glasgow 13
  • Cluj 9
  • Lazio 6
  • Rennes 1

Il pareggio e la sconfitta condannano la Lazio

Con un pareggio o, nel peggiore delle previsioni possibili, una sconfitta, Lazio aritmeticamente fuori dai giochi con i biancocelesti costretti ad abbandonare anzitempo la manifestazione.

  • Celtic Glasgow 13
  • Cluj 10
  • Lazio 4
  • Rennes 1

Cluj irraggiungibile, a -6 in caso di pari e addirittura a -9 in caso di Ko col Rennes, eventualmente corsaro in Scozia, terzo e la Lazio ultima. Insomma, una debacle dai contorni internazionali.

  • Cluj 12
  • Celtic Glasgow 10
  • Rennes 4
  • Lazio 3