È Robert Lewandowski il capocannoniere della Champions League. Le quattro reti segnate contro la Stella Rossa in 14 minuti e 31 secondi, oltre a stabilire un record lo hanno catapultato in cima alla classifica marcatori di questa edizione della Coppa: 10 centri, 63 nel computo totale che lo porta al quinto posto nella graduatoria dei migliori marcatori di sempre nella massima competizione continentale per club. Dal bomber polacco (che ha superato i 30 anni) a una delle rivelazioni di questa edizione del trofeo: a quota 8 reti (in media segna ogni 37 minuti circa) c'è Håland, il fenomeno del Salisburgo che vuole mezza Europa. E tanto basta al club austriaco per fare un po' di conti e monetizzare a fine stagione la cessione dell'attaccante che a 19 anni è stato accostato a Zlatan Ibrahimovic.

Lewandowski e Håland per lo scettro di bomber

Alle spalle della coppia di testa c'è un gruppetto di ben quattro calciatori tutti fermi a quota cinque gol. Tra questi c'è anche Lautaro Martinez dell'Inter, l'attaccante che da quando Mauro Icardi ha lasciato Milano ha finalmente trovato dimensione tattica, continuità di rendimento e soprattutto affiatamento tattico con il compagno di reparto, Lukaku. Dinamismo e potenza abbinati al fiuto sotto porta, un mix che sta trascinando la squadra di Conte tanto in campionato (nel duello a distanza con la Juventus per ,o scudetto) quanto in Champions (dove manca l'acuto finale nella sfida contro il Barcellona, decisiva per la qualificazione agli ottavi).

  • L'argentino è in buona compagnia, accanto a lui ci sono: Kane del Tottenham (sempre in gol nelle ultime 4 gare giocate), Son degli Spurs (5 marcature nelle ultime 3 gare), Sterling del Manchester City (5 reti e 2 assist).

La classifica marcatori della Champions 2019-2020

1. Robert Lewandowski (Bayern) – 10 gol
2. Erling Braut Håland (Salisburgo) – 8 gol
3. Harry Kane (Tottenham) – 5 gol
4. Raheem Sterling (Manchester City) – 5 gol
5. Heung-Min Son (Tottenham) – 5 gol
6. Lautaro Martínez (Inter) – 5 gol