Una notizia drammatica è arrivata nella giornata di mercoledì. Il Crotone ha annunciato la morte del preparatore atletico Sergio Mascheroni, che aveva solo 43 anni: “Non riusciamo a credere a quanto è accaduto, non ci sono parole, proviamo tanto dolore e sgomento”. Queste le parole del presidente calabrese Vrenna. Una tragica fatalità per questo ragazzo che è precipitato nel vuoto mentre era a caccia sulle montagne della Valle Antrona con il suo papà.

Come è morto Mascheroni: in un incidente di caccia

Aveva chiesto un paio di giorni di riposo per andare a caccia Mascheroni, il Crotone glieli aveva concessi. Sarebbe dovuto ritornare a disposizione per la partita di campionato di sabato prossimo. Mascheroni era con il padre, pare che a un certo punto si sia allontanato, purtroppo non è più tornato indietro. Il padre lo ha chiamato, pure al telefono, nessuna risposta, a quel punto ha contattato il soccorso alpino che ha trovato il corpo di Mascheroni. I medici hanno provato a rianimarlo ma non c’è stato niente da fare.

Mascheroni ha lavorato con Allegri e Ancelotti in 14 anni di Milan

Mascheroni nonostante la giovane età aveva una grandissima esperienza, per quattordici stagioni era stato uno dei preparatori del Milan, poi ha vissuto due anni al Foggia prima di firmare per il Crotone. La sua carriera l’ha vissuta al fianco di Stroppa che lo conobbe ai tempi del Milan e lo ha voluto con sé nelle esperienze con Foggia e Crotone. Il Milan lo ha ricordato con un tweet, nella foto postata si vede Mascheroni sorridente con al fianco i brasiliani Ronaldo, Dida e Serginho. Con i rossoneri Mascheroni ci è stato per sedici anni dal 2002 al 2016, ha lavorato nello staff di tanti allenatori, inclusi Ancelotti, Leonardo, Inzaghi e Allegri. Un pensiero a Mascheroni lo hanno dedicato anche la Lega di Serie B, il Parma, il Foggia e la Juve Stabia.